Emergenza baracche e amianto a Messina, l’Asp sigla il protocollo: al via gli screening delle patologie respiratorie, ambulatori mobili nelle baraccopoli

L’Asp di Messina sigla il protocollo d’intesa, al via i controlli nelle zone di Risanamento: medici specialisti nelle baraccopoli per accertare lo stato di salute delle famiglie

L’Asp di Messina ha sottoscritto il protocollo di intesa con la Federazione Italiana Medici di Medicina Generale per lo screening sanitario delle patologie respiratorie della popolazione residente nei sette ambiti di risanamento censiti dal Comune. Tale protocollo rappresenta una delle azioni concordate durante la conferenza di servizi tenutasi il 10 settembre a Palazzo Zanca e servirà ad accertare l’eventuale rischio di patologie respiratorie correlate all’esposizione a inquinanti ambientali.

“Pertanto– spiega l’Asp in una nota-si è reso necessario implementare una attività di collaborazione, definita nel tempo, con i MMG per rilevare i dati. Per la finalità ultima del protocollo si è reso necessaria l’elaborazione di una scheda di start up screening malattie respiratorie per il rilevamento dei dati sanitari. L’elaborazione di tale sistema è organizzata su due livelli funzionali, pertanto i MMG una volta rilevati specifici sintomi e segni clinici informeranno il paziente e contestualmente segnaleranno la secondo livello funzionale, specialisti dell’Asp, la necessità di ulteriore approfondimento. L’Asp di Messina per venire incontro alla popolazione allestirà degli ambulatori mobili con la presenza di specialisti dove saranno effettuati visite ed accertamenti necessari e nel caso prenderà in carico il paziente per accertamenti non effettuabili in loco”.