Sant’Alessio in Aspromonte, Hitachi Rail Italy premiata con il “Tiglio d’Oro”

Alla Hitachi Rail Italy il più importante marchio italiano con oltre 160 di storia nel settore ferroviario e metropolitano

A Sant’Alessio d’Aspromonte presso “Villa Nunziatina”, si è tenuta la cerimonia di conferimento della sedicesima edizione del premio “Tiglio d’Oro”, andato alla Hitachi Rail Italy, nata dall’evoluzione di AnsaldoBreda, il più importante marchio italiano con oltre 160 di storia nel settore ferroviario e metropolitano. Tra la vasta gamma di prodotti che annovera l’Hitachi il più noto è l’ETR1000, il treno ad altissima velocità capace di raggiungere 350 km/h su rete commerciale e attualmente in servizio a Trenitalia. Inoltre la Hitachi è leader mondiale (detiene circa il 30%) per le metro driverless e nel settore regionale producendo il Vivalto, esempio di successo di velivolo a due piani. La Hitachi è presente in molti Paesi del mondo con una sede di tutto rispetto anche nella Città di Reggio Calabria, dove donne e uomini lavorano all’interno dello stabilimento con mente, cuore e passione.

Anche quest’anno l’evento organizzato dalla Pro Loco Sant’Alessio ha catturato l’attenzione di molti appassionati e curiosi, facendo registrare non solo una partecipazione importante, bensì una attenzione costante misurata anche dal fatto che un numero non indifferente di partecipanti è rimasto in piedi per l’intera serata a seguire tutti gli interessanti interventi.

Dopo i saluti di rito, il presidente della Pro Loco, l’ing. Nino Calarco, ha introdotto i lavori richiamando l’origine del Premio che si rifà alla pianta di tiglio, simbolo del paese. Il tiglio è una pianta semplice, semplice come le persone che vivono in questo piccolo e splendido fazzoletto di terra che, grazie alla sua posizione geografica, è strategico per i turisti in quanto dista quindici minuti per andare a sciare a Gambarie e altrettanti quindici minuti per andare a mare a Gallico; ma è ideale anche per chi ama passeggiare avvolti in un clima collinare mentre si percorrono i suoi chilometri di strada pianeggiante, accompagnati da piccole soste nelle diverse fontane, dove sgorga l’acqua direttamente dalla sorgente.

Subito dopo, l’assessore al Comune di Reggio Calabria Irene Calabrò, ha portato i saluti della Città ringraziando la Hitachi per la straordinaria presenza nel territorio reggino e sottolineando l’importanza di fare rete tra pubblico e privato. È toccato prima a Giuseppe Nucera, Presidente di Confindustria Reggio Calabria e, subito dopo, ad Antonino Tramontana, Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, fare il punto sulle imprese reggine, sull’occupazione giovanile, sul rapporto banche e imprese e sull’export che segna un trend positivo a Reggio Calabria, essendo la provincia che esporta di più rispetto alle altre province calabresi.

Sono stati rilasciati quattro attestati di “riconoscimento e stima” a ragazzi e giovani che si sono distinti nei seguenti campi: dama, Nicola Calabrò; biologia, Santina Barillà; astronomia, Andrea Labate e Vittoria Altomonte, che rappresenteranno l’Italia alle olimpiadi internazionali dello Sri Lanka.

Il vice presidente della Giunta Regionale della Calabria, Francesco Russo, ha posto l’accento sul piano dei trasporti regionale che è stato adottato dalla Calabria dopo oltre 20 anni di attesa, e che risolve gravi criticità della Regione.

Infine l’ing. Fabio Caccamo, Plant Manager Reggio Calabria – Hitachi Rail Italy, tra gli applausi dei presenti, ha relazionato brillantemente sulla storia di Hitachi, sulla presenza nel panorama mondiale e, in particolare, sul know-how presente presso lo stabilimento di Reggio Calabria che, in rete con gli altri stabilimenti italiani, produce treni di qualità, veloci, sicuri e confortevoli.

Prima di degustare i prelibati prodotti tipici del luogo è stato conferito il prestigioso Premio “Tiglio d’Oro” alla Hitachi Rail Italy con la motivazione di essere “Costruttori di storia in Italia e nel Mondo”.