Caos sanità nel reggino: chiude il reparto di ortopedia a Locri, ecco le parole di Oliverio

Caos sanità nel reggino, Oliverio: “quanto verificatosi alla Unità Operativa di Ortopedia del presidio ospedaliero di Locri non è tollerabile”

“Quanto verificatosi alla Unità Operativa di Ortopedia del presidio ospedaliero di Locri non è tollerabile ne può avere giustificazione alcuna.  Da prime informazioni emerge che l’assenza dal servizio di tre dirigenti medici su cinque sarebbe alla base del blocco dei ricoveri con il relativo trasferimento dei pazienti in altri ospedali. Siamo in presenza di un fatto gravissimo del quale vanno individuate le responsabilità. Ho chiesto tramite la direzione sanitaria aziendale specifica relazione al direttore sanitario del presidio ospedaliero. Se dovessero emergere responsabilità o abusi non  saranno consentite esitazioni nell’attivazione delle misure necessarie a colpire le responsabilità. Fatti del genere non possono,  non devono accadere.   Comunque nella mattinata di oggi ho avuto assicurazione che già da domani si tornerà all’attività ordinaria nel reparto di ortopedia di Locri ma, come è ovvio. la vicenda non finisce qui. Devono emergere chiare le responsabilità. Non è tempo di ammiccamenti e di strumentalizzazioni”. E’ quanto scrive in una nota il presidente della giunta regionale della Calabria, Mario Oliverio.