fbpx

Reggio Calabria, il Comitato Unicef si rinnova: Emanuale Mattia nuovo presidente

Emanuele Mattia nuovo Presidente Unicef del Comitato Unicef di Reggio Calabria

 

Il Comitato Unicef di Reggio Calabria ha un nuovo Presidente. Lo scorso 25 luglio, il direttivo nazionale di Unicef  ha provveduto al rinnovo delle cariche anche nel Comitato di Reggio Calabria. A guidare il Comitato reggino è oggi il dott. Emanuele Mattia, già Volontario Unicef da diversi anni e referente del Programma Internazionale Unicef “Child Friendly Cities”. Insieme a lui, è stata nominata Segretario la dott.ssa  Alessandra Tavella, che ha già alle spalle dieci anni di attività, un lungo e proficuo percorso fatto di tante soddisfazioni.

Il neo presidente Emanuele Mattia subentra al dott. Pietro Marino, che ha guidato per diverso tempo il Comitato con grande responsabilità e senso del dovere. Un percorso il suo, che troverà proseguimento nel nuovo ruolo di Segretario Regionale Unicef. Il Comitato Unicef di Reggio Calabria, come una grande famiglia, ha portato avanti negli anni, diversi progetti  in tutto il territorio provinciale e ha dato forza agli importanti obiettivi di Unicef  Italia.Un impegno costante per garantire che i Diritti di ogni Bambino e Adolescente siano rispettati, un lavoro continuo per migliorare le condizioni di vita dei minori più svantaggiati, mantenendo sempre, come riferimento costante, la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Ritengo doveroso ringraziare Pietro Marino, per la stima e la gratitudine dimostrata, ma soprattutto per l’azione territoriale che ha fatto a favore dei bambini in un territorio non facile come il nostro. A lui esprimo i migliori auguri per il nuovo incarico, rimanendo per me un faro di saggezza”. Sono state queste le prime parole espresse da Emanuele Mattia, a margine della nuova nomina. Alle sue dichiarazioni fanno eco quelle di Alessandra Tavella che ha sentito il dovere di ringraziare ancora “chi ha permesso che questo diventasse un traguardo raggiungibile. Un lavoro, dove i risultati sono stati portati avanti da una squadra e mai dal singolo”. Un nuovo inizio per l’Unicef  reggino, che, in questi anni, ha maturato un ricco bagaglio di esperienza e che ambisce a raggiungere risultati sempre più nobili, perché “un bambino è un bambino”.