fbpx

Lo Stretto di Messina a nuoto contro ogni discriminazione: la sfida di una coppia di giovanissimi atleti diabetici

LaPresse/Adriana Sapone

Una coppia di giovanissimi atleti  affetta da diabete di tipo 1 attraverserà lo Stretto di Messina

Una traversata in mare contro il diabete e per dimostrare nonostante la malattia tutto è possibile. Protagonisti di questa prossima sfida due giovanissimi atleti con diabete di tipo 1: Francesco di Biasi, 17enne di Torni e Asia Venturelli 14 anni di Modena, che il prossimo 7 agosto attraverseranno lo Stretto di Messina a nuoto. La coppia sarà supportata dal team degli operatori sanitari di Catanzaro, tra cui Luigi Grande, il medico pediatra Francesco Giampà e, in rappresentanza dei genitori di Agd Italia Luigi D’Andrea. I ragazzi partiranno da Punta Faro a Messina e raggiungeranno la spiggia di Cannitello sulla costa Calabrese. L’idea è nata dall’Assistente sociale Matilde Eleonora Rotella ed è stata subito condivisa dall’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, dall’Associazione “Calabria un mare d’amore”, dal Coordinamento Associazioni Giovani con Diabete – Agd Italia e dall’Associazione locale Agd Catanzaro. Con la traversata i ragazzi dimostreranno che, nonostante il diabete sia una patologia cronica, la patologia non preclude alcuna attività. “Il diabete ha dichiarato Felice Citriniti, pediatra diabetologo di Catanzaro.e’ una malattia complicata, che richiede una gestione costante, anche se oggi possiamo usufruire di tecnologie e farmaci che aiutano nella terapia, ma non si puo’ prescindere da controlli e da formazione sanitaria adeguata”.