fbpx

Reggio, Giordano: “rispettati i termini per il passaggio dei centri per l’impiego alla Regione Calabria”

Reggio, Giordano (CISL FP CALABRIA): “rispettati i termini per il passaggio dei centri per l’impiego alla Regione Calabria”

“La legge di bilancio 2018 ha stabilito il termine del 30 giugno 2018 per il trasferimento del personale dei Centri per l’Impiego con contratto a tempo indeterminato ed il subentro nei rapporti a tempo determinato dalle Province/Città Metropolitane alle Regioni o all’Agenzia o Ente regionale costituito per la gestione dei Servizi per l’impiego. E la Regione Calabria ha avuto la capacità di rispettare detto termine, con una tabella di marcia che ha visto una netta accelerazione nell’ultimo mese, grazie all’impegno e alla determinazione dell’Assessore al Lavoro, Angela Robbe e dell’Assessore al Bilancio  e Personale, Maria Teresa Fragomeni. Le due Assessore, fin dalla loro nomina, adeguatamente supportate dai rispettivi Dipartimenti, stabilendo un dialogo collaborativo con le Organizzazioni Sindacali e con il personale dei CPI, in linea con le direttive del Presidente Oliverio, sono riuscite ad effettuare, nei tempi fissati dalla norma, le procedure di passaggio di detti lavoratori nei ruoli Regionali ed a garantire già dal mese di luglio il pagamento degli stipendi ai neo dipendenti Regionali“. Lo scrive in una nota stampa la Segretaria Generale, Luciana Giordano. 

Un importante obiettivo raggiunto, quindi, che concretizza i termini di un processo già avviato con il Protocollo sottoscritto il 1 marzo scorso dalle Sigle Sindacali Confederali e dall’Assessore al personale pro tempore, prof. Antonio Viscomi. Si conclude bene, dunque, una vicenda durata diversi anni, che ha visto il personale addetto ai Servizi per l’Impiego, dopo l’emanazione della Legge Delrio, “stagnare” in una sorta di limbo e diventare oggetto di utilizzo da parte delle Province e della Città Metropolitana di Reggio Calabria con una procedura di avvalimento, senza direttive certe e soprattutto senza certezze sul loro futuro professionale ed in alcuni casi lasciati per mesi e mesi senza stipendio. La CISL FP Calabria, da anni impegnata in prima linea in questa vertenza, ritiene giusto e doveroso esprimere il proprio compiacimento per l’importante risultato raggiunto dalla Giunta Oliverio, sia per aver operato la scelta di gestire direttamente la delicata materia delle politiche attive del lavoro, a differenza di altre Regioni che hanno preferito, invece, demandare dette funzioni ad Agenzie o Enti istituiti ad hoc, sia per aver chiuso il processo entro il termine del 30 giungo, con l’emanazione il 29 giugno scorso dei decreti di trasferimento del personale . Adesso, necessita un ulteriore sforzo per completare l’intero percorso, procedendo alla stabilizzazione di tutto il personale precario in servizio presso i CPI della Calabria e alla trasformazione del rapporto di lavoro da part-time in full-time”, conclude.