fbpx

Reggio Calabria, seppellito il tesoro degli scavi archeologici di Piazza Garibaldi: dal grande sogno a una realtà da incubo, così la città uccide se stessa [FOTO e VIDEO]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, seppellito stamattina il tesoro degli scavi archeologici di Piazza Garibaldi: una vergogna suicida

Gli scavi archeologici di Piazza Garibaldi, a Reggio Calabria, non ci sono più: stamattina sono stati seppelliti da tonnellate di terra (a proposito, di che provenienza?): così la città schiaffeggia il proprio passato, la propria storia, il proprio tesoro. Ben 27 mesi (oltre due anni) il ritrovamento che aveva suscitato grande interesse internazionale, la piazza è stata abbandonata al degrado e all’incuria da parte di un’Amministrazione Comunale sempre meno interessata a valorizzare questi gioielli preziosissimi per l’economia cittadina. Il Presidente del ‘Comitato Corso Sud’, Luciano Simone, ha spiegato ai microfoni di StrettoWeb perché si tratta di una “sconfitta per la città“, mentre qui dove si doveva realizzare un parcheggio e adesso c’è il rischio che non si faccia ne’ l’uno ne’ l’altro. E sicuramente al momento non si sta facendo nulla: passano gli anni e la città continua a soffrire, perdendo occasioni di sviluppo e crescita come se si potesse permettere persino di seppellire i propri tesori.

Dal Comune hanno assicurato che si tratta di una “soluzione provvisoria”, ma se sono passati 27 mesi per arrivare a questo dall’entusiasmo del ritrovamento, chissà quanti anni ci vorranno per individuare soluzioni e progettualità volte a determinare la crescita e lo sviluppo di Reggio Calabria. E’ bene ricordare che non è un problema di soldi, anzi: qui i finanziamenti già ci sono. Il problema, come sempre, è di idee. E a Palazzo San Giorgio, evidentemente, ogni sforzo è concentrato ai video social del Sindaco…

Reggio Calabria, a piazza Garibaldi un tesoro antichissimo che potrebbe rivoluzionare la storia della città [FOTO]