fbpx

Reggio Calabria: Giuseppe Squillace nuovo presidente del Rotary Club Est

Passaggio del “collare” al Rotary Club Reggio Calabria Est: Giuseppe Squillace nuovo presidente

“Passaggio del collare” al Rotary Club Reggio Calabria Est, che ha salutato il presidente dell’anno rotariano 2017/2018, Alessia Logorelli, e ha dato il benvenuto al nuovo presidente Giuseppe Squillace, a.r. 2018/2019. La rituale cerimonia si è svolta nella cornice della sala ricevimenti “Exclusive”, a Saline Joniche, alla presenza del Governatore del Distretto 2100 Rotary International, a.r. 2017/2018, Luciano Lucania, degli Assistenti Distrettuali, Antonio Signorello, anno 2017/2018, e Maria Pia Porcino, anno 2018/2019, di molti soci e ospiti del Club Reggio Calabria Est.

Davanti ad una numerosa platea, nella sua ultima serata da presidente del Club, Alessia Logorelli, ha brevemente riassunto i temi realizzati nella sua annata e ha sottolineato che il “Territorio”, con le sue straordinarie eccellenze, è stato al centro di questi mesi attraverso forme e modi diversi. “Il percorso attraverso i borghi e i centri storici d’eccellenza – ho tenuto a sottolineare la Past President –  ha costituito un momento particolarmente indicativo della visione che abbiamo voluto portare avanti di un “Rotary della concretezza e del fare”: che si apre totalmente all’esterno, cercando tutte le possibili sinergie che ne facciano un soggetto attivo e progettante della società. Nel processo di crescita territoriale è stato inserito pure il tema della valorizzazione in loco dei migliori “talenti artistici”, per troppe ragioni tentati dalla fuga, attraverso un emozionante spettacolo al Teatro Cilea di Reggio Calabria nel mese di maggio”.

Il neopresidente Squillace, dirigente medico dell’Asp 5, ha presentato la propria “squadra di lavoro” e dopo aver ringraziato i soci per la fiducia accordata, nella relazione programmatica ha evidenziato che saranno privilegiate le azioni per un’attività di servizio incisiva e significativa che riesca ad essere d’ispirazione, in sintonia con il tema di quest’anno che ha per logo, non a caso ,una grande e travolgente onda oceanica. “Per quanto concerne il mio anno– ha ribadito-, mi prefiggo tra gli obiettivi iniziative di sostegno a favore delle nuove generazioni, perché i giovani rappresentano la speranza per un futuro migliore, più giusto, fondato sui valori della meritocrazia, della tolleranza e dell’onestà, a tutti i costi. Per questo, oltre ai giovani della nostra comunità locale, riserveremo particolare attenzione ai giovani dell’Interact con cui continueremo a mantenere, nel rispetto dei reciproci ruoli, una proficua collaborazione. In linea con le direttive distrettuali- ha proseguito-sarà data precedenza ai progetti sui beni culturali e sulla protezione civile, coinvolgendo al massimo tutti i soci. Ed è proprio l’idea del coinvolgimento che ha ispirato il motto che contraddistinguerà il suo anno: “Insieme realizziamo i sogni”, perché l’ispirazione è sogno e i sogni si possono avverare”.  Ha concluso il suo discorso con una frase di Paul Harris: “forse sognare non è poi così male, se qualcuno fa buoni sogni e fa sì che si realizzino”. Concludendo ha ringraziato tutti per la partecipazione augurando ai soci e alle loro famiglie un gioioso e proficuo anno rotariano.