fbpx

Reggio Calabria: ecco l’ordine del giorno presentato in consiglio comunale da Pasquale Imbalzano

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria: ecco l’Ordine dl Giorno per il Consiglio Comunale di oggi con primo firmatario Pasquale Imbalzano sulla “salvaguardia livelli occupazionali delle qualificate maestranze del Dissalatore di via Boschicello”

Di seguito l’ordine del giorno presentato in consiglio comunale da Pasquale Imbalzano sulla “salvaguardia livelli occupazionali delle qualificate maestranze del Dissalatore di via Boschicello”:

“ATTESO l’imminente avviamento del potabilizzatore idrico  sito nella frazione di Armo , di cui risultano consegnati i lavori alla fine del mese di giugno del 2018, e che,  come è risaputo, rientra nel contesto del  sistema idrico della diga del Menta, che consentirà alla città di Reggio Calabria di poter definitivamente fruire di un considerevole aumento delle risorse idriche destinate ad alleviare le storiche criticità che la Città dello stretto ha sofferto da diversi decenni.

TENUTO CONTO che l’implementazione e l’avvio dello stesso dell’impianto di potabilizzazione delle acque, determinerà come diretta conseguenza la  sensibile riduzione delle attività di fornitura del prezioso liquido da parte dell’impianto di dissalazione delle acque di via Boschicello, inaugurato nell’anno 2006 e avente come scopo quello di ridurre notevolmente l’elevato cuneo salino delle acque dei pozzi,  che riforniscono di prezioso liquido diversi quartieri tra i quali il Centro Storico, Trabocchetto e San Caterina.

RITENUTO che tale scelta di progressivo ridimensionamento dell’attività di dissalazione delle acque  dell’impianto di via Boschicello reca con sé la drammatica e ingiusta conseguenza del licenziamento collettivo delle maestranze che ivi lavorano da 12 anni, con notevole spirito di dedizione e profondo senso del dovere, non avendo mai fatto mancare il rispettivo contributo per alleviare i disagi che i cittadini di Reggio storicamente soffrono per la fruibilità del prezioso liquido non sempre confacente alle caratteristiche minime di potabilità per via dell’infiltrazione dei pozzi di distribuzione di acqua marina.

CONSIDERATO che tale progressiva dismissione dell’impianto suindicato, comporterà il licenziamento collettivo dei tecnici e delle maestranze che ivi lavorano individuati in 5/cinque unità lavorative di cui 1 Ingegnere , 1 Capo impianto, 2 addetti impianti, 1 operaio, che a far data dal 31 luglio 2018 cesseranno fatalmente la loro attività come da lettere di licenziamento collettivo  fatte pervenire  dal Gestore dell’impianto Acciona Agua S.A.,  nonostante l’apertura della procedura con le Sigle Sindacali maggiormente rappresentative che non ha avuto fin qui fruttuoso esito.

ATTESO , ancora, che sussiste comunque la necessità  di un mantenimento in attività dell’impianto di dissalazione delle acque  di via Boschicello, giustificato dalla necessità di mantenere in essere alcune importanti condotte idriche che distribuiscono acqua potabile e che quindi sussiste l’esigenza di una continua fruibilità dello stesso impianto che necessariamente richiederà la presenza di maestranze e addetti per garantire la piena funzionalità dello stesso,  che si aggiunge alla esigenza di salvaguardare gli attuali livelli occupazionali che verrebbero altrimenti eliminati.

VISTA, comunque,  l’estrema necessità di non creare ulteriori drammi in alcune famiglie reggine, in una città quella di Reggio il cui tessuto economico giorno dopo giorno appare essere sempre più gracile, povero e marginalizzato , con innegabili conseguenze sotto il profilo del mancato sviluppo del suo contesto socio economico

Con il presente ordine del giorno

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

a individuare tutte le soluzioni possibili per la salvaguardia di tutte le unità lavorative che dal 2006 ad oggi hanno garantito con la propria responsabile attività il mantenimento e la piena funzionalità dell’impianto di dissalazione delle acque di via Boschicello.

In particolare si suggerisce:

  • la possibilità di un reimpiego delle maestranze nel nuovo impianto di potabilizzazione sito presso Armo in Gallina (RC), nelle more dell’avviamento e della successiva messa a regime del medesimo ad opera rispettivamente della società IPOT e di So.r.i.cal ;
  • assicurare conseguentemente il reimpiego delle stesse maestranze qualificate,  all’interno dell’impianto di dissalazione di via Boschicello, tenuto conto che lo stesso dovrà comunque rimanere attivo per garantire a un numero elevato di quartieri cittadini la fruibilità di acqua potabile,  la cui manutenzione dovrà in ogni caso essere affidata a soggetti terzi per salvaguardarne la piena funzionalità, ipotizzando nel contesto del nuovo bando per la gestione del settore idrico comunale e della depurazione, uno specifico articolato per la salvaguardia dei profili precedentemente indicati”.

Primo firmatario

Avv. Pasquale Imbalzano

Consigliere Comunale “Forza Italia”