Reggio Calabria: consegnati all’Hospice i fondi del “1° Memorial Lucia Di Lorenzo”

Reggio Calaria: l’iniziativa ha avuto luogo nel ricordo di una giovane scomparsa prematuramente nel 2016 a causa di una grave malattia ed ha visto una larghissima partecipazione di gente che ha voluto onorare il ricordo di Lucia

È stata consegnata al presidente della struttura dell’Hospice Vincenzo Trapani Lombardo la somma dei fondi raccolti durante lo svolgimento del “1° Memorial Lucia Di Lorenzo” svoltosi al Circolo del tennis Rocco Polimeni grazie alla disponibilità e alla sensibilità  dimostrata dal presidente  Igino Postorino e soci.

L’iniziativa ha avuto luogo nel ricordo di una giovane scomparsa prematuramente nel 2016 a causa di una grave malattia ed ha visto una larghissima partecipazione di gente che ha voluto onorare il ricordo di Lucia.

Tantissimi amici e parenti hanno voluto essere presenti per dimostrare l’affetto che li legava ad ella in una giornata che difficilmente sarà dimenticata per la straordinaria aria di emozione, unione e condivisione che si è respirata all’interno del Circolo divenuta sede della manifestazione.

Una celebrazione che i fratelli della giovane hanno pensato di istituire, insieme ad una delle amiche più strette di Lucia Angelita Racco, istruttrice di fitness nonché instancabile trascinatrice dell’evento, affinchè la cifra raccolta attraverso libere donazioni sarebbe stata poi donata alla struttura sanitaria dell’Hospice.

E così è stato tra la soddisfazione di tutti coloro che hanno preso parte alla manifestazione di aprile che, alla prima parziale somma raccolta, faceva registrare il totale di ben 4.036,12 euro. Ma non è tutto.

Proprio qualche giorno addietro alla consistente cifra iniziale si è aggiunta una ulteriore somma di donazioni di circa 700 euro che il fratello di Lucia Pasquale ed Angelita Racco hanno consegnato, come la precedente, mediante assegno personalmente nelle mani del dottore Vincenzo Trapani Lombardo portando dunque a quasi cinquemila  il totale di quelli raccolti.

Una lodevole iniziativa che, come si augurano soprattutto i fratelli di Lucia, possa ripetersi anche negli anni a venire per ricordare la sorella scomparsa e rivolgere un pensiero ad un ente meritevole come l’Hospice, luogo in cui la povera Lucia trascorse gli ultimi mesi della sua giovane vita, che assiste da sempre quei malati bisognosi di amorevoli cure.