fbpx

Reggio Calabria: l’Istituto “Falcomatà-Archi” invitato alla cerimonia di apertura dell’anno scolastico alla presenza del Presidente della Repubblica

istituto comprensivo Falcomatà Archi

L’ic Falcomatà Archi è stato invitato a partecipare con una propria delegazione alla tradizionale cerimonia di apertura dell’anno scolastico alla presenza del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Istruzione e delle alte cariche dello Stato, che si terrà presso l’Istituto Cerboni dell’Isola d’Elba, il 17 settembre 2018

 L’istituto comprensivo statale Falcomatà Archi di Reggio Calabria diretto dalla dirigente Serafina Corrado è stato invitato a partecipare con una propria delegazione alla tradizionale cerimonia di apertura dell’anno scolastico alla presenza del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Istruzione e delle alte cariche dello Stato. Quest’anno “Tutti a scuola – Inaugurazione dell’Anno Scolastico 2018” si terrà presso l’Istituto Cerboni dell’Isola d’Elba, il 17 settembre 2018, con inizio alle 16.

La macchina organizzativa dell’evento, operativa presso la Direzione per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del Ministero dell’Istruzione è partita e ha trasmesso nei giorni scorsi messaggi di invito in tutt’Italia.  “La Cerimonia ospiterà, come ogni anno – è scritto nel messaggio -, le eccellenze del mondo della scuola, espressione del costante e prezioso lavoro che quotidianamente vede impegnati dirigenti scolastici e docenti nella crescita educativa, culturale e sociale dei cittadini di domani”. E tra queste eccellenze, per Reggio Calabria, c’è l’ic Falcomatà Archi che per il MIUR, ha dimostrato negli anni  un grande “impegno sulle tematiche della legalità, dell’integrazione e della cittadinanza attiva”. Era stata la stessa scuola del resto, a proporsi al Miur trasmettendo nei mesi scorsi la registrazione di un prodotto musicale elaborato dall’Orchestra di Flauto dell’istituto diretta dal professore Martino Parisi docente referente per il potenziamento di area musicale d.lgs 60/2017. Un prodotto musicale che è stato corredato da un curriculum in cui sono state poste in evidenza le peculiarità e le caratteristiche che da anni oramai connotano la Falcomatà-Archi nell’ambito dell’educazione alla cultura umanistica e scientifica e della promozione della legalità.

Dal 2015, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di uscire dal Quirinale e di portare la cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico direttamente sui territori. Mentre Rai Uno segue l’evento con una trasmissione in diretta, il Ministero lo diffonde utilizzando il web e i diversi social media accreditati. Le alunne e gli alunni che partecipano sono stati selezionati dagli Uffici Scolastici Regionali in rappresentanza di tutte le regioni d’Italia. I loro istituti, è affermato nei comunicati ufficiali,  si sono distinti per la valenza dei progetti realizzati nel corso del precedente anno scolastico sui temi dell’inclusività, del rispetto e del valore della diversità, dell’intercultura e dell’integrazione, dell’educazione alla legalità, della lotta ai fenomeni del bullismo e della partecipazione alla vita scolastica. La dirigente scolastica Corrado esprime “grande soddisfazione per il risultato raggiunto da una scuola che opera contando di risorse professionali di pregiato livello e di genitori costantemente impegnati a sostenere percorsi innovativi che la scuola Falcomatà – Archi da anni sperimenta e documenta. Un tale risultato  riempie di orgoglio l’intera comunità scolastica – dice la dirigente -, nonché un territorio martoriato dal malaffare e dalla ‘ndrangheta, che non si arrende e che si fa promotrice di iniziative ed interventi tesi a liberare  i nostri ragazzi dal giogo della sopraffazione e dell’arroganza”.

“Da educatrice – afferma ancora la dirigente della Falcomatà – Archi – mi piace ricordare alcuni passaggi del discorso pronunciato dal nostro strepitoso Papa Francesco in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù che, a mio parere, dovrebbe entrare nelle viscere della ragione e del cuore dei nostri giovani che talvolta siamo incapaci di affiancare impedendo loro la libertà  di creare, di sognare e di amare”. Serafina Corrado fa proprie le parole del Santo Padre quando questi afferma che “servono giovani attivi, servono giovani liberi, consci che “la verità” è che “siamo venuti per un’altra cosa, per lasciare un’impronta nel mondo”. “Parole dunque, ed un insegnamento, che saranno il punto di distinzione – conclude la Corrado – della partecipazione del nostro istituto alla cerimonia d’inaugurazione dell’Anno Scolastico 2018” presso l’Istituto Cerboni dell’Isola d’Elba, il prossimo 17 settembre 2018”.