Categoria: CALABRIANEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria, il Coordinamento per le Liste Civiche: “Falcomatà si ricandida? Notizia tristissima, prenderemo i Pop-Corn…”

La nota dell’Avv. Salvatore Chindemi responsabile del C l C Coordinamento liste Civiche

Fra le tante nefaste notizie che questa città apprende giornalmente quella dell’ intenzione di Falcomata’ di ricandidarsi a Sindaco appare fra le meno potabili”. Lo afferma l’Avv. Salvatore Chindemi responsabile del C l C Coordinamento liste Civiche.

“Quale mente insolita ha partorito questa sublime ipotesi?
È da considerarsi il frutto della riflessione solitaria dell’interessato od invece hanno contribuito all’ elaborazione di questa geniale paranoia anche i numerosi premi Nobel che compongono il celebre staff sindacale?
A nulla quindi sono valse le sonore e ripetute lezioni impartite a lui ed al suo partito, letteralmente polverizzato da figure improponibili come la sua o quella del suo ex capo?
Come fanno i dirigenti del Pd a non comprendere che questo Sindaco e’ inviso alla stragrande maggioranza della gente e che la sua inevitabile sconfitta trascinerebbe irreversibilmente nel baratro tutto il partito, compresi i candidati della coincidente competizione regionale?
Sicuramente, con questa insulsa candidatura in campo, il concorrente della destra potrebbe trascorre la campagna elettorale facendo le parole crociate , seduto in una comoda poltrona.
Ed, addirittura, se dovesse scendere in campo la Marciano’ , per lei , stante i trascorsi, sarebbe, con un avversario simile , una passeggiata di salute : la sola recente notizia giornalistica di una sua possibile candidatura sta già mobilitando trasversalmente tutta la città, con una solidarietà ed un consenso che cresce esponenzialmente.
O qualcuno pensa che possa essere credibile la favola di immaginifiche liste ( serie ) a sostegno di questa candidatura , quando anche i candidati delle liste a supporto , della precedente campagna elettorale, sono in disperata ricerca di alternative?
Chi può pensare che, ancor oggi, anche mobilitando il mondo più ” strano” e compromesso, possa funzionare il vetusto metodo clientelare, figlio del peggiore passato, facendo coincidere la campagna elettorale con qualche mirata assunzione ( a fronte di migliaia di disoccupati ) e con il taglio del nastro di qualche opera pubblica , peraltro concepita da altri, come il Palazzo di Giustizia o qualche inutile parcheggio, o asfaltando tardivamente qualche arteria cittadina?
Certo, la città ospita molte povere anime pronte a cadere in tutte le trappole ed una triste umanita’ pronta a vendersi per un piatto di lenticchie , ma la stragrande maggioranza vive ed opera con assoluta dignità , anche nelle difficoltà economiche , e non scorderà certamente i lunghi anni trascorsi in un abitat cittadino ridotto in condizioni pietose, vessati da una tassazione insopportabile, senza battersi per eliminare o ridurre il debito, come richiesto ed ottenuto da altri sindaci coraggiosi, con le strade ridotte in mulattiere, con una economia distrutta per ignavia ed incapacità amministrativa, con un aeroporto svenduto al ras regionale, sponsor interessato di quello Lametino, omettendo, per mancanza di spazio sufficiente, di menzionale ulteriormente le innumerevoli nefandezze di questa sindacatura , su alcune delle quali potrebbe abbattersi, a breve, anche una condanna penale.
Può mai un intero partito essere in uno stato confusionale talmente grave da impedirgli di porre un argine all’ incontrollabile disturbo narcisistico dell’ attuale primo cittadino assecondando ,colpevolmente, la sua incontenibile ipertrofia dell’ io, trasformandosi da sfondo afono ed acromatico ?
O si progetta, diabolicamente, dando per scontata una inevitabile sconfitta,di attirarlo in una trappola mortale facendolo ( politicamente) suicidare , non comprendendo però che si corre il rischio di fare la fine dei pifferi di montagna che andarono per suonare e vennero suonati?
Se ” passa” questa candidatura, saremo noi a comprare, questa volta, i pop-corn e , divertiti, attenderemo……..”