Reggio Calabria, che delitto! Abbiamo distrutto persino l’ultima perla: anche Chianalea è sommersa dai rifiuti [FOTO]

Problema raccolta differenziata anche a Chianalea di Scilla

Ho sempre ritenuto Chianalea di Scilla una delle poche località praticamente perfette del lato reggino dello Stretto: un mix di bellezza, storia, disposizione e disegno delle case caratteristico, nonchè uno dei pochi spazi pedonali puliti e con pavimentazione caratteristica; non mi recavo lì da tempo, sono rimasto basito della presenza numerosa di mastelli per la differenziata e sacchi di spazzatura, che posti in viuzze strette tra edifici non possono che contaminare l’aria con una puzza poco consona al prestigio del luogo ed al buon odore proveniente dai numerosi ristoranti presenti.

Non è accettabile che un turista dopo essere uscito da uno dei tanti validi ristoranti debba vomitare il tutto a causa della numerosa spazzatura maleodorante presente, ho percepito persino odore di escrementi che probabilmente proveniva da pannolini o altro riposti nei sacchi in attesa del ritiro. Liquidi maleodoranti che fuoriuscivano dai sacchi. Tutto ciò è disgustoso e vergognoso. E vai a Reggio e respiri la spazzatura che brucia, e vai in un piccolo angolo di pregio come Chianalea e ti ritrovi con odori degni di una discarica. Ma anche esteticamente in un luogo caratteristico è da folli organizzare così la raccolta differenziata di fronte a tutti i portoni..anche l’estetica vuole la sua parte. Consiglio ai signori amministratori di non fare di testa propria ma semplicemente di andare in località turistiche del nord Italia e di COPIARE senza metterci il proprio zampino, una situazione del genere in luoghi simili è impensabile. Turismo in Calabria? Non vi lamentate se poi i risultati non sono quelli sperati, i luoghi la natura ed il mare sono bellissimi ma sono gestiti da incompetenti e superficiali, in Riviera Romagnola per fare un esempio non hanno la bellezza dello Stretto di Messina ma tutto passa in secondo piano per l’ ordine e la pulizia che si percepiscono.