fbpx

Reggio Calabria, ramo di un albero del Lungomare cade in testa a don Cannizzo: 9 punti di sutura alla testa

Reggio Calabria, prete ferito alla testa per il crollo di un ramo di un albero del Lungomare: i dettagli

Questa mattina un altro ramo di un albero del Lungomare di Reggio Calabria, si è staccato finendo in testa a due sacerdoti dell’arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova. Don Luigi Cannizzo, parroco di Santa Maria della Candelora, e don Tonino Sgrò, parroco di Santa Maria del Lume in Pellaro. Il ramo si è spezzato a pochi metri dal gazebo della gelateria Sottozero e ha raggiunto alla testa don Cannizzo, mentre don Sgrò è stato colpito alla spalla. Dopo aver colpito più auto nei mesi e anni passati, adesso sono state colpite due persone e anche se non c’è scappato il morto, ci sono comunque stati due feriti. Insieme a Don Luigi Cannizzo e a don Tonino Sgrò, c’erano anche altri due confratelli, don Gaetano Galatti e don Nino Russo, i quattro avevano da poco terminato di celebrare la messa di ringraziamento per il proprio anniversario sacerdotale. Dopo essere stati soccorsi, i due preti sono stati trasferiti presso il Pronto Soccorso del Grande ospedale metropolitano. A Don Cannizzo, presso l’Ospedale di Reggio Calabria, sono stati dati 9 punti alla testa.