Messina, Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana: l’amministrazione incontra i Rup

Il vicesindaco di Messina, Mondello: “Lo sviluppo della città di Messina non può prescindere dall’ottimizzazione delle risorse extra bilancio, ma soprattutto dall’intercettazione di ulteriori fonti di finanziamento”

Si è tenuta ieri, negli uffici del vicesindaco, una riunione plenaria con i Responsabili Unici dei Procedimenti dei progetti nell’ambito del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Messina, più comunemente denominato Masterplan, Piano Operativo nazionale 2014/2020. Il vicesindaco arch. ing. Salvatore Mondello e l’assessore alla Pianificazione Strategica dott.ssa Carlotta Previti, hanno incontrato i funzionari impegnati nelle procedure progettuali in itinere, per avere contezza dello stato dell’arte, monitorando le attività intraprese, evidenziandone le criticità e ponendo le basi per l’attuazione degli interventi necessari a completare la progettazione. Infrastrutture, Ambiente, Sviluppo Economico e produttivo, Turismo e Cultura, Sicurezza e Cultura della legalità, queste le aree di intervento sulle quali puntare per lo sviluppo della città di Messina, concordate con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel corso dell’incontro, è stata fatta chiarezza sul cronoprogramma degli interventi, per accelerare le procedure contenendo i ritardi accumulati e sugli elementi di novità da inserire nella programmazione, in linea con la vision dell’attuale Amministrazione. Si è trattato di un primo monitoraggio dell’attività svolta, a cui farà seguito un percorso di confronto e condivisione costante tra i Responsabili Unici dei procedimenti e la Giunta, al fine di perseguire gli obbiettivi prefissati, dando continuità a quanto avviato, scongiurando eventuali perdite di finanziamenti e contestualmente integrando la programmazione in essere. “Lo sviluppo della città di Messina- hanno dichiarato il vicesindaco Mondello e l’assessore Previti, – non può prescindere dall’ottimizzazione delle risorse extra bilancio, ma soprattutto dall’intercettazione di ulteriori fonti di finanziamento da armonizzare con quelle già in disponibilità. L’Amministrazione è impegnata su questo fronte, e lo dimostrano le deleghe specifiche fortemente volute dal Sindaco, ovvero “Individuazione e programmazione di Fondi Extra Comunali” e “Programmi Complessi”, che rappresentano due strumenti preziosi da utilizzare per risollevare le finanze del Comune di Messina, da sempre a lumicino”.