fbpx

Migranti, Open Arms in Spagna: “denunciamo la Libia”

L’imbarcazione della Ong Proactiva Open Arms nei giorni scorsi ha recuperato i cadaveri di una donna e un bambino al largo della Libia e salvato Josefa, una donna di origini camerunensi rimasta per due giorni in mare tra i resti di un gommone

La nave Open Arms è entrata nel porto di Palma di Maiorca. L’imbarcazione della Ong Proactiva Open Arms nei giorni scorsi ha recuperato i cadaveri di una donna e un bambino al largo della Libia e salvato Josefa, una donna di origini camerunensi rimasta per due giorni in mare tra i resti di un gommone. “Dopo quattro giorni di navigazione – ha scritto il fondatore della Ong, Oscar Camps, su twitter – la nave entra finalmente nel porto sicuro di Palma di Mallorca”. “Spero che la procura spagnola indaghi sulla Guardia Costiera libica e italiana”, ha detto poi Oscar Camps in una conferenza all’arrivo della nave a Palma de Mallorca. “Abbiamo denunciato a Palma di Maiorca il capo della petroliera libica per omissione di soccorso e omicidio”, ha spiegato ancora Camps.