fbpx

Messina, omicidio-suicidio a Barcellona Pozzo di Gotto: l’ex moglie potrebbe essere stata strangolata

L’omicidio-suicidio a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) dovrebbe essere avvenuto nelle prime ore di oggi e, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti

Maria Carmela Isgrò, la donna di 48 anni uccisa dall’ex marito Nicola Siracusa, 56 anni, a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), potrebbe essere stata strangolata con un foulard o qualcosa di simile. L’uomo si è poi tolto la vita impiccandosi. I due corpi sono stati trovati dalla polizia nel primo pomeriggio, in via Modica, dove la coppia viveva in due appartamenti diversi ma nello stesso stabile. L’omicidio-suicidio dovrebbe essere avvenuto nelle prime ore di oggi e, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, fra l’uno e l’altro sarebbero passate un paio d’ore. “Siamo di fronte a una di quelle tragedie che purtroppo oggi sono sempre più frequenti – ha detto all’Adnkronos il procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto Emanuele Crescenti – Non abbiamo trovato tracce di sangue e quindi è probabile che la donna sia stata soffocata. Il corpo dell’uomo è invece stato trovato nel garage ed è probabile che, dopo aver ucciso la moglie, Siracusa abbia pianificato come togliersi la vita”. Ad allertare la polizia è stata la sorella di Maria Carmela preoccupata perché la donna non era andata a prendere la figlia di 10 anni che si trovava dalla zia. La coppia non dava notizie di sé da mercoledì, ma solo oggi è scattato l’allarme. La polizia sta interrogando familiari e vicini per cercare di ricostruire la dinamica di quanto accaduto, tenendo in considerazione il fatto che Siracusa era stato denunciato dalla moglie per maltrattamenti. L’ultima udienza del processo a suo carico si era svolta a marzo e la prossima sarebbe stata a settembre.