fbpx

Messina, blocco delle assunzioni in Atm: scatta la protesta, sindacati sul piede di guerra

bus atm messina

Il sindaco di Messina blocca le assunzioni in Atm, sindacati sul piede di guerra: “A rischio il servizio di trasporto pubblico”

Dopo il blocco delle procedure di assunzioni degli autisti Atm da parte del sindaco Cateno De Luca, scatta la protesta. Il sindaco di Messina, esattamente qualche giorno fa ha chiesto al Direttore Generale di sospendere le assunzioni in attesa di un confronto con l’azienda trasporti, ma i sindacati sono già sul piede di guerra: “Subito gli autisti necessari o si ferma il servizio ed ognuno se ne assumera’ le responsabilita’ davanti alla cittadinanza“, è quanto dichiarano Uiltrasporti, Fit Cisl e Filt Cgil, che hanno attivato le procedure di raffreddamento del personale in attesa di un vertice con la governance Atm. I sindacati attendono ancora di per conoscere quali decisioni sono state prese con l’amministrazione sulle assunzioni dei 75 autisti e intanto hanno inviato una nota  all’Atm, al sindaco e all’assessore alla Mobilita’, al prefetto e alla Commissione di Garanzia sugli scioperi, in cui chiedono “a distanza di diversi giorni dall’incontro richiesto quali siano ad oggi le determinazioni sul bando di concorso gia’ espletato per il reclutamento di 75 autisti tramite agenzia interinale” e sostengono “la necessita’ di uscire dal precariato e della stabilizzazione della forza lavoro e la necessita’ di procedere in tempi brevi ad un bando ad evidenza pubblica per assunzioni a tempo indeterminato anche alla luce delle recenti novita’ legislative appena emanate dal nuovo governo tese a limitare l’uso eccessivo del lavoro a tempo determinato anche nel pubblico impiego e nelle societa’ partecipate“. Proprio lunedì l’assessore alla Mobilità Mondello ha incontrato il direttore De Almagro. Per i sindacati, senza gli autisti che dovevano essere assunti, si profila un serio rischio per il servizio di trasporto pubblico.