fbpx

Messina: piano di intervento di contrasto sugli abusi nel settore dei rifiuti: conclusa la riunione a palazzo Zanca

Messina: piano di intervento di contrasto e repressione degli abusi nel settore dei rifiuti: conclusa la riunione a palazzo Zanca con l’ing. Cocina

Presenti il Sindaco, Cateno De Luca; il Vicesindaco, Salvatore Mondello; l’Assessore con delega ai Rifiuti e all’Ambiente, Dafne Musolino; il dirigente responsabile del dipartimento regionale delle Acque e dei Rifiuti, Salvatore Cocina; il presidente di Messina Servizi Bene Comune, Giuseppe Lombardo; Santi Briguglio Polò, nella qualità di presidente designato della SRR per conto del Comune di Messina; e l’esperto del Sindaco per le Politiche di Pianificazione e di Attuazione di Interventi Strutturali ed Infrastrutturali, Salvo Puccio; si è svolto oggi a Palazzo Zanca l’incontro relativo alla pianificazione e all’attuazione del sistema impiantistico provinciale utile al ciclo integrato dei rifiuti, nonché alle prospettive di immediata attuazione per il raggiungimento dei livelli di raccolta differenziata previsti per legge. Specificatamente, per gli aspetti relativi alla raccolta dello spazzamento, l’Amministrazione comunale ha illustrato gli obiettivi prefissati, nonché tutte le strategie da mettere in campo al fine del raggiungimento del 65% di raccolta differenziata entro luglio 2019. “Dal punto di vista della pianificazione e dell’attuazione del sistema impiantistico – ha dichiarato il Sindaco – sì sono illustrati gli stati di attuazione dell’appalto relativo alla contrada Pace, per il quale sono previsti circa 16 milioni di euro utili alla realizzazione della piattaforma logistica integrata. Tale impiantistica deve essere coordinata nell’ambito della pianificazione provinciale di competenza delle SRR e a tal fine si è preso atto che per la SRR è in corso la redazione del relativo piano d’ambito di competenza nel quale proporre tutte le soluzioni complessive per chiudere il ciclo integrato dei rifiuti. Si è registrato l’apprezzamento complessivo da parte dell’ing. Cocina sulle strategie condivise; egli stesso rimane quindi in attesa delle proposte pianificatrici, manifestando sin da adesso la disponibilità alla concertazione nelle previsioni ivi indicate”.