fbpx

Splendido traguardo per una coppia di Messina: Rosita e Teodoro festeggiano 65 anni di matrimonio

/

Teodoro Rabe e Rosita Orifici si sono sposati il 28 giugno del 1953: la coppia di Messina ha festeggiato l’anniversario di matrimonio insieme ad amici e parenti

L’Amore infinito di Rosita Orifici e Teodoro Rabe la coppia messinese, che nei giorni scorsi ha tagliato il traguardo dei 65 anni di matrimonio, davanti a oltre quaranta parenti ed amici. Rosita dopo l’apertura dello spumante, il classico taglio della torta e i tanti applausi, ci ha dichiarato: “Il nostro amore si dispiega in orizzonti vasti ed infiniti, con l’alternarsi di vicende ora liete ora tristi, vicissitudini del tempo che tutto muta, logora, travolge. Superare baruffe e bufere, diversità di carattere di abitudini, di opinioni e riprendersi per mano, ritrovare sempre vivo, dentro, quel dolce sentimento che misteriosamente riporta a chi si è scelto la prima volta; riuscire ad ascoltare, per tanto tempo, cervello e cuore che ripetono, senza stancarsi, che è più bello essere felici in due, che avere ragione da soli; mettere insieme due esistenze significa accogliere un altro nel mondo dei propri pensieri, affetti, parole, sguardi, tenere conto, riconoscerlo come interlocutore, un tu che ha la sua responsabilità“.

Teodoro Rabe e Rosita Orifici si sono sposati il 28 giugno del 1953, lui aveva 24 anni e Rosita 18, dalla loro unione sono nati Maria Francesca e Francesco Antonio, che li hanno allietato di cinque nipoti. Stefania figlia di Maria oggi ha 39 anni e li ha resi bisnonni di tre splendidi bambini: Gabrielemaria, Jacopo e Leonardo. Francesco ha avuto due ragazze la prima vicinissima alla laurea si chiama Claudia e studia all’Estero, mentre Giulia quest’anno è di licenza liceale.

Rosita e Teodoro si sono dedicate due poesie, ecco quella di Rosita dal titolo “Melodia dell’Anima“: “La mia poesia più bella non la leggerà mai nessuno, sarà fatta di silenzio, respiro pensieri, alito perenne, briciole di carezze, battiti del cuore, frammenti d’ali, pulviscolo d’un volo. La mia poesia più bella, la reciterò silente nel mio cuore senza parole, come fiocchi di neve, che cadono dal cielo lenti e leggeri, simili a farfalle che volteggiano nell’aria. La chiuderò nello scrigno del mio cuore così sarà eterno il nostro “Amore”- Per sempre Tua Rosita”.

Teodoro è stato meno loquace, ma ha dedicato pure lui a Rosita la seguente poesia: “Alla dolce Rosita, compagna insostituibile e meravigliosa della mia vita, in occasione del 65° anniversario di matrimonio. Rosita mia, possiedi il dono della musicalità interiore, la capacità di gioire per un sorriso, dinanzi ad un tramonto, a tu per tu con il mare. Chi ti conosce può confermare, con quella piccola porzione d’infinito, che ruota attorno al tuo mondo, con quel grande afflato che ti tiene legata, direi quasi al mondo intero e non esagero, è veramente così. Ti fai amare da tutti! Come le farfalle colorano l’aria di leggerezza, così la tua anima trasvola con le ali; come il fiore al finire dell’inverno, porta la primavera, così il tuo amore conduce tanta gioia al mio cuore in albe ancora novelle Rosita, sappi che ti amo più di quanto sa amare l’amore. Ricordati, quando il mio cuore cesserà di battere, la mia anima continuerà ad amarti fino all’eternità. Tuo per sempre Teodoro”.