fbpx

Le spiagge di Messina ridotte a letamaio: inciviltà dilagante e bagnanti indignati

Cannistraci: “Troppa incuria da parte di Messina Servizi e da parte dei cittadini”

Continuano ad arrivare le segnalazioni dei cittadini che lamentano il degrado della spiaggia di Paradiso che quella del viale della Libertà fronte villetta Belfiore a Messina. Ad accendere riaccendere i riflettori sullo stato di degrado cronico del litorale messinese, Marcello Cannistraci, ex consigliere di circoscrizione, che racconta:
“Troppa sporcizia, troppa incuria da parte di Messina Servizi e soprattutto da parte dei cittadini che utilizzano gli spazi concessi ai bagnanti come pattumiere all’aperto.
Mi documentano foto e segnalazioni da parte dei bagnanti, dove non si può assolutamente stare zitti e soprattutto non vedere.
So per certo che la nuova Amministrazione non resterà ferma con le mani in mano, ma mi rivolgo direttamente alle persone che stazionano nelle spiagge pubbliche che costeggiano il nostro territorio.
Chiedo di avere rispetto verso il nostro ambiente, tenendolo pulito e riservando il proprio pezzo come se fosse di proprio possesso.
Purtroppo devo dire che quasi tutta la costa Messinese, dove non ci sono dei lidi che provvedono autonomamente a pulire il proprio spazio, si trova sporca ed incurata.
Chiedo all’Amministrazione di provvedere con dei servizi più mirati, come pulizia infrasettimanale e bidoni colorati per la differenziata, sparsi ogni 50 metri nelle zone balneari.
Poi mi rivolgo ai cittadini Messinesi e chiedo un piccolo contributo per dare decoro alla nostra meravigliosa città.
Qualsiasi oggetto da buttare, potrà essere raccolto in una busta e poi conferirli tutti insieme negli appositi cestini.
Sono fiducioso– conclude Cannistraci- di una collaborazione di entrambi, sia i cittadini che l’Ammistrazione che insieme posso arrivare ad ottimi risultati“.