La storia mozzafiato di Jiri Oliva, sbarcato a Reggio Calabria dopo 1194 giorni in kayak passando per 17 Paesi: “sto inseguendo un sogno” [INTERVISTA VIDEO]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, un ragazzo di Praga è arrivato sulla spiaggia di Punta Pellaro in kayak: la sua storia bellissima

E’ arrivato sulla spiaggia di Punta Pellaro, a Reggio Calabria, da solo con il suo kayak: per arrivare in riva allo Stretto ha viaggiato per 1194 giorni partendo da Praga e percorrendo 8250 chilometri passando per 17 Paesi per inseguire un sogno, quello di girare l’Europa a bordo del suo mezzo preferito. Si chiama Jiri Oliva, inizialmente era insieme alla sua ragazza, adesso sta continuando da solo intorno all’Europa. Da Reggio ripartirà per arrivare a Genova via mare, poi caricherà il kayak su una bicicletta e arriverà sui grandi fiumi dell’Europa centrale per ritornare a Praga, la sua città, dopo quasi 4 anni da quando era partito.

A Punta Pellaro ha incontrato la comunità di New Kite Zone, che sotto la guida di Agostino Martino tra pochi giorni darà vita alla grande festa della Traversata dello Stretto in kitesurf e windsurf con il supporto della Capitaneria di Porto.

Ecco le nostre interviste:

Questo slideshow richiede JavaScript.