fbpx

Estate: in Sicilia ancora poche spiagge attrezzate per i cani

Ancora sono poche le spiagge che in Sicilia sono attrezzate per l’accesso ai cani

Tutti al mare o quasi. Perché se in spiaggia si va in compagnia di Fido trovare un angolo di litorale a misura di quattro zampe può essere davvero un’impresa. Soprattutto se la tintarella è made in Sicily. Nell’Isola, infatti, le spiagge attrezzate ad accogliere gli amici pelosi non sono molte. Una decina se ci si affida a una ricerca in rete, salvo poi scoprire, telefono alla mano, numeri disattivi e siti internet inesistenti. “La Sicilia è in forte ritardo – dice all’Adnkronos Cetty Tripoli, responsabile regionale dell’Aidaa -. Nonostante una legge regionale del 2005 sul riordino del demanio marittimo preveda la creazione di spazi per l’accesso degli animali d’affezione i Comuni costieri non si sono adeguati, restando inadempienti alle prescrizioni”. Tredici anni durante i quali sono fioccate, al contrario, le multe per i proprietari dei cani, a causa del moltiplicarsi di ordinanze di divieto di balneazione. “Alcuni lidi hanno riservato degli spazi per l’ingresso dei bagnanti con animali al seguito – spiega Tripoli -, ma ogni Comune dovrebbe destinare un’area della spiaggia libera agli amici a quattro zampe”. I motivi del ritardo? “Il turismo pet friendly è un segmento importante dell’intero settore, un mercato che cresce di anno in anno – prosegue -. Un terzo delle coste italiane si trova nell’Isola che avrebbe dovuto avere un ruolo da protagonista, invece è fanalino di coda. Il Veneto con i suoi otto comuni costieri, al contrario, è una regione virtuosa”. A Lipari spiagge libere accessibili e a Messina un lido 100% pet friendly.