fbpx

Decreto dignità: duro scontro fra Confindustria e Di Maio

LaPresse/Fabio Cimaglia

Duro scontro fra Confindustria e il ministro Di Maio sul decreto dignità: “rende più incerto e imprevedibile il quadro delle regole”

E’ scontro fra Confindustria e il ministro Di Maio sul decreto dignità. Il decreto dignità “pur perseguendo obiettivi condivisibili” rende “più incerto e imprevedibile il quadro delle regole” per le imprese “disincentivando gli investimenti e limitando la crescita”. Lo dice il dg di Confindustria Marcella Panucci in audizione alla Camera. Per le imprese occorre “evitare brusche retromarce sui processi di riforma avviati” e vanno approvati “alcuni correttivi”, che intervengano sulle causali per i contratti a termine e sulle norme ora “punitive e poco chiare” sulle delocalizzazioni.