fbpx

Trovato un corpo senza vita a Sant’Eufemia d’Aspromonte: potrebbe essere il 58enne scomparso

E’ stato trovato un corpo senza vita a Sant’Eufemia d’Aspromonte (RC): è possibile che si tratti di Pietro Tripodi, l’uomo scomparso lunedì scorso

Un corpo senza vita è stato trovato qualche minuto fa a Sant’Eufemia d’Aspromonte. Con molta probabilità si tratta di Pietro Tripodi, l’uomo di 58 anni scomparso lunedì scorso dalla propria abitazione e per le cui ricerche si erano mobilitati i carabinieri, i Vigili del Fuoco e gli uomini della Protezione Civile. A ritrovarlo proprio questi ultimi che hanno voluto passare al setaccio una zona di campagna che dall’abitato di Sant’Eufemia porta a Sinopoli. L’uomo è stato ritrovato sotto ad un masso il cui peso deve averne causato la morte. Pietro era solito recarsi in quelle zone, nei pressi della vecchia ferrovia, per dirigersi in alcune grotte che lui stesso aveva scavato. Nel percorso che percorreva solitamente doveva però scalare una sorta di parete alta circa 30 metri. Con la pioggia di quei giorni il terreno deve essere franato al suo passaggio e l’uomo è caduto a terra per poi essere schiacciato dal masso. Sul posto, oltre agli uomini della Protezione Civile che hanno effettuato il ritrovamento, anche i carabinieri che stanno facendo tutti i rilievi del caso. Pietro, ricordato da tutti in questi giorni come un uomo schivo e riservato, è stato più volte descritto, anche sui social network, come una persona intelligente e colta, che però a causa di varie vicissitudini aveva deciso di isolarsi nel proprio mondo. E’ dunque morto nel silenzio e nella solitudine, così come ha vissuto gli ultimi anni della sua vita.