fbpx

Reggio Calabria: concluso con un concerto l’anno scolastico dell’ITC “De Amicis – Bolani” [FOTO]

  • cof
    cof
  • sdr
    sdr
/

L’Istituto “De Amicis – Bolani” di Reggio Calabria ha concluso l’anno scolastico con un concerto

La musica come strumento, il teatro come socializzazione, la cultura come espressione e la solidarietà come azione: ecco i cardini, portanti, su cui l’Istituto Comprensivo di Reggio Calabria “De Amicis – Bolani” ha concretizzato un intero anno scolastico. La scuola, così, per esprimere sentimenti ed emozioni, per riflettere immagini, suoni e per dare voce ad un processo educativo, volto al sociale e proiettato in un contesto nazionale. Una dimensione innovativa per raccontare un percorso scolastico, quello del 2017/18 attraverso la sensibilità estetica ed affettiva della musica e del teatro, che hanno promosso lo spirito di gruppo, la condivisione, la socialità e hanno proiettato gli alunni, in una dimensione di attiva cittadinanza, ponendo, come ha sottolineato il dirigente scolastico, Giuseppe Romeo “le basi in un’istituzione scolastica operante ed educante” verso una visione metamorfica tra il realistico ed il meditativo. Una serie di progettualità educative, volte non solo alla formazione dello studente e dell’uomo, fatte di sinergia espressiva, emozionale, ma soprattutto di elevata sensibilità. Musica per pianoforte e chitarra, come obiettivo di crescita, nel saggio musicale di fine anno scolastico 2017/18 che si è tenuto il 6 giugno nel Piccolo Teatro “De Amicis” dove gli allievi del Bolani hanno espresso musicalità classiche ed innovative, con l’esecuzione di brani tradizionali, popolari e rock nei tre step: corso di pianoforte tenuto dalla professoressa Francesca Sottilotta, corso di pianoforte svolto dalla professoressa Rosita Alessio e corso di chitarra realizzato dal professore Massimiliano Loiacono. Esaltato anche il contesto cittadino, per contestualizzarlo in un’ottica di ricaduta regionale e nazionale nell’espressione della polifonia corale del Coro “Doremi” degli alunni della scuola media “Bolani” e del Piccolo Coro “De Amicis” degli alunni della scuola primaria “De Amicis, ognuno nella propria sezione di appartenenza, entrambi 1^ classificati al Concorso Nazionale Teatro di San Carlo, per la categoria scuola secondaria di primo grado e scuola primaria. L’esibizione si è svolta il 9 giugno a Napoli, vincitore il Coro DoReMì con la motivazioni della giuria “repertorio ricercato eseguito in forma polifonica” diretto dalla professoressa Enza Cuzzola, con 80 coristi della scuola secondaria di primo grado “Bolani” e il Piccolo Coro “De Amicis” con la motivazione di “esibizione elegante” diretto dal maestro Fabio Miggiano, con l’esecuzione al pianoforte dall’insegnante Anna Cannizzaro e con la collaborazione dell’insegnante Maria Focà, condotti all’esecuzione, alunni della primaria tra gli 8 e i 10 anni, deii brani “Una volta c’era un re” dalla Cenerentola di Rossini, Stabat Mater di Kodaly e “O cessate di piagarmi” di Alessandro Scarlatti. L’esperienza napoletana, curata anche, dalla vicepreside dell’Istituto “De Amicis- Bolani” Antonella Iatì e dalla professoressa Domenica Nicolò, è divenuta così summa di valore ricadente sul territorio, portante di motivazione e trainante per tutti gli studenti. Manifestazione conclusiva dell’iter scolastico, la trilogia teatrale – musicale “Il viaggio, l’oltre e l’incontro…” che si è svolta il 10 giugno al Teatro Comunale “F. Cilea”. Messo in scena “Il gabbiano Jonathan o del volare oltre” breve racconto teatrale liberamente tratto dal romanzo di Richard Bach “Il gabbiano Jonathan Livigston” inscenato dagli alunni della scuola primaria “De Amicis diretti dall’esperta professoressa Sabina Frisina e tutor Anna Iacovino e “Ulisse re dei viaggi e delle bugie” breve messa in scena ispirata al racconto omerico dell’Odissea recitato dagli alunni della scuola primaria “Frangipane” diretti dall’esperta professoressa Adriana Palumbo e dal tutor maestra Maria Concetta Ardissone. La parte musicale “Cantare per… viaggiare oltre” curata dall’esperta professoressa Enza Cuzzola e dal tutor professor Massimiliano Loiacono con l’esibizione a due voci del coro vincitore “Doremi” con brani di Mascagni, Rossini, Puccini, Rutter, Verry, Antognini e Kusimama di Papoulis eseguiti anche al pianoforte da Emanuela Marcianò, al flauto traverso Fabiola Lucà e alle percussioni Marcello Marino. Manifestazione di alto contenuto sociale, in quanto l’offerta della serata è stata interamente devoluta in beneficenza e solidarietà all’Associazione ONLUS “Io sto con Vale” per finanziare la ricerca sulla fibrosi cistica. Posta in essere così, una scuola, come ha rimarcato il dirigente Romeo “che attraverso l’impegno riscopre il valore dell’educazione al bello ed alle arti ed insegna ad aprire il cuore oltre ogni barriera, con coraggio e gioia di vivere”.