fbpx

Bova Marina (RC): 7 docenti dell’Euclide superano la prova preselettiva, gli auguridella dirigente Lucisano

7 docenti dell’Istituto di Bova Marina superano la prova preselettiva del concorso per Dirigenti Scolastici

Successo oltre ogni aspettativa per l’Istituto di Istruzione Superiore Euclide di Bova Marina che all’indomani della conclusione della prova preselettiva del Concorso a Dirigenti Scolastici ha fatto registrare un dato assolutamente lusinghiero. Su 24.082 partecipanti, a fronte di un numero di iscritti pari a 34.580 candidati, hanno superato la prova in 8.000 in tutta Italia. Sette in tutto i docenti ammessi alla prova provenienti dall’Istituto di Istruzione Superiore Euclide di Bova Marina, un record provinciale che rene merito ad una politica di apertura verso una nuova classe di giovani dicenti voluta dalla dirigente dell’Istituto Carmen Lucisano. A manifestare tutta la sua soddisfazione per il prestigioso risultato, formulando ai docenti in corsa il proprio personale augurio è proprio Carmen Lucisano che accende i riflettori su un esempio di buona scuola che guarda al territorio con un occhio al futuro. “Il dato consegnatoci da questo primo passaggio preliminare del concorso a Dirigenti Scolastici – spiega la Lucisano – non può che renderci orgogliosi. Sette docenti passati dall’Istituto Euclide e nello specifico dallo staff di dirigenza, oggiammessi al termine di una durissima prova preselettiva alla fase successiva di un concorso nazionale che darà accesso ai ruoli dirigenziali della scuola, rappresentano il risultato di un lavoro lungo e faticoso che negli anni ci ha visti mettere la scuola ed il territorio al centro di un progetto di crescita complessiva che ha come suo fondamento la valorizzazione delle giovani risorse, siano esse tra gli studenti o come in questo caso tra il personale docente. Agli insegnanti impegnati in questa difficile prova va il mio personale augurio per un risultato che renderà onore certo a loro ma indirettamente anche a quanti negli anni hanno saputo spendere il loro tempo e le loro energie in favore del mondo della scuola”.