Emergenza idrica a Barcellona Pozzo di Gotto: le precisazioni del sindaco

roberto materia

Il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto: “l’Amministrazione ha fatto tutto ciò che ha potuto per alleviare le difficoltà delle famiglie”

“Vogliamo rassicurare i cittadini di fronte ai disagi che si sono manifestati nei giorni scorsi nella zona di Gala a causa della carente erogazione del civico acquedotto“- è quanto scrive il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto Materia, che prosegue: “E’ giusto precisare innanzitutto – sebbene non sollevi – che si tratta di carenze antiche, riconducibili ad una rete idrica spesso vetusta, a loro volta acuite da fattori sopravvenuti, non ultima la siccità degli ultimi anni che certamente ha notevolmente concorso all’abbassamento delle falde. Evidenze innegabili, che si trovano davanti agli occhi di tutti. Ciò premesso, e posto che la questione riguarda più in generale diverse zone del territorio comunale, in questi ultimi anni l’Amministrazione ha fatto tutto ciò che ha potuto, con le risorse a disposizione, per alleviare le difficoltà delle famiglie, partendo proprio dalle zone conosciute come quelle a maggior disagio. Ad esempio, sono stati attivati tre nuovi pozzi e realizzate nuove linee per affrontare innanzitutto le situazioni di particolare e più antica criticità, come quelle di Portosalvo e di Acquacalda, e sono state potenziate anche diverse fonti di captazione con la sostituzione delle pompe obsolete”. Nel caso di Gala, poi, il Sindaco ha subito ricevuto la delegazione dei cittadini e sollecitato agli uffici ogni ulteriore azione possibile: “Per affrontare nel modo più efficace lo scenario, sono state dunque approntate tutte le misure possibili: attivazione dei controlli tecnici sulla rete, disponibilità delle autobotti, attivazione dei servizi volontari di protezione civile per rispondere con i loro mezzi – più compatti e agili di quelli del Comune – alle richieste d’intervento in zone più anguste. E’ stato attivato anche il C.O.C. Al momento tutte le carenze segnalate risultano risolte, fermo restando che il dispositivo resta approntato per rispondere ad ogni eventuale esigenza, a Gala come in altre zone. Va da sé che ulteriori e più approfonditi controlli sulla rete sono tutt’ora in corso, come anche sarà immessa in rete già da domani – sebbene non ancora dichiarata potabile – anche l’acqua captata nel pozzo “Nuovo Kappa” che verrà distribuita nell’area collinare di S. Paolo, Cannistrà e parte di S. Anna. Ulteriori interventi nella distribuzione della risorsa idrica verranno fatti al bisogno, e per quanto possibile, mediante le opportune “manovre” sulla rete in modo da alleviare eventuali situazioni di criticità contingente. Per quanto concerne la frazione di Gala, infine, è recentissima la notizia circa la positiva valutazione di ammissibilità, per un importo di € 581.000, del progetto di potenziamento della condotta idrica che da Due Mulini si spinge fino a Gala. I cittadini, dunque, in ogni momento possono richiedere l’assistenza del Comune, rivolgendosi all’U.R.P. o al Comando di P.M. negli orari di chiusura degli uffici“.