fbpx

Apprensione a Sant’Eufemia d’Aspromonte per la scomparsa di un 58enne: l’appello della Protezione Civile con foto e dati

La scomparsa è avvenuta lo scorso lunedì, l’uomo non rientrato a casa nemmeno durante le ore notturne, nonostante le forti e intense piogge

Ore di angoscia a Sant’Eufemia d’Aspromonte per Pietro Tripodi, 58enne scomparso da alcuni giorni dalla propria abitazione. La denuncia è stata fatta dal fratello lo scorso lunedì 23 luglio, ma nelle ultime ore ci sono stati degli avvistamenti che fanno ben sperare, benché l’uomo non sia ancora rientrato a casa. Ieri, giovedì 26 luglio, è stato visto alle 7:30 camminare a piedi sulla strada che porta a Sinopoli; martedì 24, invece, l’autista dell’autobus di Ferrovie della Calabria proveniente da Villa San Giovanni, ha confermato di averlo visto scendere dal mezzo alla fermata di Piazza Matteotti alle 14:45. L’uomo, molto schivo e riservato, viaggiava con gli autobus e spesso a piedi, restando fuori di casa per diverse ore, più che altro durante il giorno, rientrando però sempre nella propria abitazione verso sera. Già qualche anno fa si erano perse le tracce di Pietro per circa un mese, ed era poi stato ritrovato a Messina. Ad allarmare, questa volta, il fatto che non sia rientrato a casa nemmeno durante le ore notturne ormai da lunedì, nonostante i temporali dei giorni scorsi, con abbondanti e violente piogge.

Non si hanno descrizioni precise dell’abbigliamento al momento della scomparsa, ma si tratta di un uomo corpulento con barba lunga e capelli brizzolati, in genere indossa sandali e portava una tracolla scura. Chiunque lo vedesse può chiamare il 112, oppure avvertire direttamente la stazione dei Carabinieri di Sant’Eufemia che stanno coordinando le operazioni coadiauvati dai Vigili del Fuoco e dal gruppo di Protezione Civile locale, i Lupi dell’Aspromonte, guidati da Lorenzo Forgione.