fbpx

Angela Marcianò lascia il Pd: adesso è pronta a scendere in campo per le comunali di Reggio Calabria contro Falcomatà

Angela Marcianò lascia il Pd: si conferma con questa scelta, già ampiamente anticipata da StrettoWeb, l’intenzione della Marcianò di scendere in campo per le elezioni comunali del prossimo anno con una coalizione civica in forte alternativa all’attuale sindaco Falcomatà

Angela Marcianò interrompe il suo rapporto con il PD. In data 12 giugno  Marcianò con una comunicazione a Matteo Renzi e Graziano Delrio ha lasciato la Segreteria del PD. Nei giorni scorsi ha poi formalizzato le stesse dimissioni a Maurizio Martina prima ancora che lo stesso decidesse chi riconfermare nella squadra scrivendo “Nell’accettare con senso di responsabilità, mi ero ripromessa che allo scadere dell’anno dall’inizio di questa esperienza, qualora non avessi potuto portare un fattivo contributo per il mio territorio, avrei lasciato senza esitazione alcuna. Non ero in cerca di un titolo ma della possibilità di un impegno fruttuoso per la collettività cui dedicare le mie competenze professionali e l’esperienza maturata come amministratore del governo cittadino. Da parte mia, nel recuperare la mia autonomia, non cesserò di dare il mio apporto, attraverso l’impegno di professore universitario per il riscatto dei giovani che continuano a studiare al Sud”. Oggi più che mai è necessario riflettere con attenzione sulle istanze della gente, restando “fisicamente” accanto alla stessa. Occorre dare non solo le risposte dovute da una buona amministrazione, ma anche quelle derivanti dall’ascolto attento e sensibile alle variegate e crescenti necessità di una società insicura”.

Si conferma con questa scelta, già ampiamente anticipata da StrettoWeb, l’intenzione di Angela Marcianò di scendere in campo per le elezioni comunali del prossimo anno con una coalizione civica in forte alternativa all’attuale sindaco Falcomatà di cui lei dapprima fu assessore e successivamente avversaria politica, denunciando le azioni dell’amministrazione relativamente al Miramare e ad altre vicende strettamente legate alla figura del primo cittadino. Ad oggi la candidatura civica della Marcianò raccoglie apprezzamenti da parte della società civile e soprattutto da quel mondo di centro/sinistra (ma non solo) che ha saputo apprezzare l’attività di Assessore della professionista reggina, in netto contrasto rispetto ai disastri di Falcomatà.