Catania, uomo agli arresti domiciliari litiga con la moglie e scappa in Calabria: beccato dagli agenti della Polizia Ferroviaria a Villa San Giovanni [DETTAGLI]

La Polizia Ferroviaria arresta per evasione un 56enne sottoposto agli arresti domiciliari a Catania

Nei giorni scorsi, in Villa San Giovanni, il personale della Polizia di Stato in servizio presso la locale Polizia Ferroviaria, durante l’espletamento dei normali controlli di vigilanza in stazione, ha individuato un soggetto che alla vista degli uomini in divisa tentava di allontanarsi. Gli operatori, insospettiti dal comportamento dell’uomo, riuscivano a fermarlo ed identificarlo. Esperiti gli accertamenti sulla persona si è potuto accertare che l’uomo, di 56 anni, residente in Catania, con precedenti per violenza carnale, atti osceni, rapina, gioco d’azzardo, detenzione di stupefacenti ed evasione, risultava ristretto in regime di detenzione domiciliare nella città etnea per il reato di tentata estorsione. Il 56enne ha dichiarato agli Agenti di Polizia di Stato di aver lasciato la propria abitazione, manomettendo il braccialetto elettronico previsto per i soggetti destinatari di provvedimento di detenzione domiciliare, a seguito di un litigio con la moglie. Il fermato è stato quindi arrestato dal personale della Polizia Ferroviaria di Villa San Giovanni e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Arghillà Nord.