Reggio Calabria, il disperato appello di una cittadina: “questa città è ormai al collasso”

Il disperato appello di una cittadina di Reggio Calabria al sindaco Falcomatà: “questa città è ormai al collasso”

I cittadini di Reggio Calabria sono stanchi, arrabbiati e delusi. Le condizioni di abbandono e incuria rendono la città invivibile e inospitale. La stagione estiva è ormai iniziata e qualunque turista sarà costretto a visitare una città che versa in uno stato di incuria e degrado. Una cittadina ha voluto così lanciare un appello alle istituzioni. Di seguito il testo della sua lettera:

Salve a tutti, vi scrivo sperando che possiate pubblicare il mio messaggio La città è al collasso in tutti i sensi. Per quanto mi riguarda , non mi interessa se si se ci siano buchi nel bilancio, né chi li abbia creati, una cosa però è certa, la colpa non è dei cittadini. Chiedo al sindaco G.Falcomatà di mettersi una mano sulla coscienza e di occuparsi innanzitutto delle problematiche della SUA città metropolitana (che di metropolitana NON HA NULLA). I cittadini aspettano tante risposte…manca l’acqua, perché? La raccolta dei rifiuti porta a porta non viene effettuata nei giorni e negli orari stabiliti, per cui ci si chiede: prima di togliere i cassonetti è stato valutato se chi si occupa di tale servizio aveva mezzi e personale a sufficienza affinché la pulizia della città possa essere garantita? Considerando comunque la presenza di cittadini particolarmente incivili, non è possibile addossare tutte le colpe a questi ultimi, vista un’evidente inadeguatezza dei servizi. Le strade sono ridotte a colabrodo, mettendo a repentaglio la vita di migliaia di cittadini che per spostarsi usano scooter o motorini. Sono stati indetti dei concorsi, effettuate le prove scritte orali, pubblicate le graduatorie di merito e nonostante ciò la gente non sa “di che morte morire”…tutto tace da svariati mesi. Il sindaco ha il dovere di comunicare ai partecipanti (soprattutto ai vincitori) ciò che sta accadendo e spiegare i motivi per i quali le assunzioni tardano ad arrivare. Aspettando una, improbabile, risposta, la saluto cordialmente” conclude.