Vasco Rossi a Messina, città blindata e traffico in tilt: lunghe code agli imbarcaderi [INFO UTILI]

LaPresse

Messina città blindata, lunghe code alla Caronte: attesi oltre 40mila fan per il concerto di Vasco Rossi

Parte il countdown per il concerto di Vasco Rossi a Messina. Sono già migliaia i fan che in queste ore hanno raggiunto lo Stadio , dove stasera alle 21:00 la star del rock salirà sul palco e si stanno già registrando lunghissime code in prossima del San Filippo. Messina fino a stanotte sarà una “città blindata”. In queste minuti si registrano code sul viale della Libertà, in prossimità degli imbarcaderi, dove la polizia metropolitana è a lavoro per regolare il traffico  veicolare a fronte dei moltissimi  fan che in queste ore stanno raggiungendo via traghetto la città dello Stretto. Molte, nella giornata di oggi le limitazioni imposte alla circolazione viaria, a garanzia della sicurezza dei cittadini. L’amministrazione comunale raccomanda l’utilizzo dei mezzi pubblici e della linea tranviaria, che per l’occasione resterà in servizio fino alle tre di notte. Attivate anche navette bus per raggiungere lo stadio. Di seguito tutte le info utili sulla viabilità:

Poiché lo svincolo di San Filippo potrebbe essere chiuso per motivi di sicurezza in autostrada, sino ad esaurimento dei posti nei parcheggi o a richiesta delle forze dell’ordine, dalle ore 14, si consiglia l’utilizzo dello svincolo di San Filippo solo per gli automezzi diretti allo stadio. Nella strada arginale di accesso al Palasport S. Filippo (via degli Agrumi), dalle ore 8 di oggi sino alle 3 di venerdì 22, e comunque sino alla normalizzazione del transito veicolare e pedonale, nel tratto compreso tra l’ex S.S. 114  plesso del Palasport, vigerà il divieto di transito, con presidi a cura della Polizia Municipale.  Sempre dalle 8 di oggi, giovedì 21, fino alle 3 di venerdì 22, e comunque fino alla normalizzazione del transito veicolare e pedonale e su disposizione del Comando di Polizia Municipale, sono vietati il transito veicolare ad eccezione dei veicoli autorizzati, nel tratto a monte del Palasport S. Filippo, in direzione dello stadio; e la sosta, su entrambi i lati, con zona rimozione coatta, in tutta la strada arginale (via degli Agrumi); sulla bretella svincolo S. Filippo, dalle 11 di oggi sino alle 3 di venerdì 22, e comunque fino alla normalizzazione del transito veicolare e pedonale. Interdetto l’accesso alla strada, in corrispondenza dell’intersezione con l’ex S. S. 114. I veicoli privati, che dovranno raggiungere le aree di parcheggio di pertinenza dello stadio S. Filippo, denominate rossa, verde e gialla (fino alla loro saturazione) dovranno accedervi dal percorso autostradale con uscita allo svincolo di “S. Filippo”.

Dalle 11 di stamane fino alle 3 di venerdì 22, ad eccezione degli autobus privati per il trasporto degli spettatori, dei taxi, dei veicoli delle forze dell’ordine, di quelli in servizio di emergenza e autorizzati, sono interdetti la carreggiata in direzione di marcia monte-valle della bretella dello svincolo S. Filippo a valle della rotatoria-valle dell’area di parcheggio rossa; e gli accessi alla bretella, dei veicoli provenienti dalle aree di S. Lucia sopra Contesse.  Dalle 8 di oggi, giovedì 21, sino alle 3 di venerdì 22, resta aperto il varco all’altezza dell’area di “parcheggio verde”, che divide le due carreggiate della bretella di collegamento allo svincolo S. Filippo, a cura e spese della società organizzatrice del concerto e con presidi, per tutto il periodo, con personale della stessa società e con l’assistenza degli organi di Polizia stradale. Dalle 11 di oggi giovedì 21, sino alle 3 di venerdì 22, sarà vietato il transito veicolare nella rotatoria-monte dell’area di “parcheggio rosso”, al fine di obbligare i veicoli provenienti dalle aree di parcheggio di pertinenza dello stadio (gialla, verde e rosso) ad immettersi nello svincolo “S. Filippo”, in direzione della tangenziale. La bretella in direzione monte-mare è fruibile esclusivamente dagli autobus privati, dai mezzi di soccorso e dalle forze dell’ordine. Le autovetture all’interno delle aree di parcheggio di pertinenza dello stadio (gialla, verde e rossa) verranno fatte uscire (su indicazione della Polizia Municipale) prima di far partire gli autobus privati, che dovranno attendere indicazioni in tal senso da parte della stessa Polizia Municipale.  Prima dell’inizio del concerto saranno istituite le fermate autobus navetta dell’ATM sul lato nord di via Sacra Famiglia, tra l’ex S.S. 114 e l’intersezione con la via R. Livatino, in prossimità della chiesa, vietando la sosta, con zona rimozione coatta, fino alle 3 di venerdì 22, per lo sbarco dei passeggeri.  Gli autobus navetta dell’ATM impegnati nel collegamento tra l’Area ZIR di Gazzi (Capolinea sud della tramvia) e lo stadio San Filippo dovranno seguire il seguente percorso dal capolinea/Gazzi, ex S.S.114, via Sacra Famiglia, con sbarco dei passeggeri in corrispondenza della fermata, proseguimento in Via R. Livatino, svolta a sinistra per l’immissione sull’ex S.S. 114 in direzione Gazzi.  In occasione del concerto, la linea bus ATM 32 (San Filippo Superiore) espleterà l’ultima corsa alle ore 6.50.  Il sindaco, Renato Accorinti, in occasione del concerto  ha firmato l’ordinanza per la tutela della sicurezza urbana e dell’incolumità pubblica relativa al divieto di vendita di bevande alcoliche superiori al 5% e di somministrazione in contenitori di vetro di bevande e/o alimenti, nonché in relazione al contrasto del cosiddetto “bagarinaggio”. Il provvedimento dispone pertanto per il concerto  il divieto di vendita e/o somministrazione, ovvero la cessione a terzi a qualsiasi titolo, di bevande o di altro prodotto in lattine e/o in contenitori di vetro (prevedendo in sostituzione la vendita e/o la somministrazione in contenitori di carta o plastica), nonché la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche superiori al 5% all’interno dello stadio “Franco Scoglio” e in un raggio di 500 metri dallo stesso impianto sportivo. L’ordinanza dispone inoltre il divieto di compravendita di biglietti al di fuori delle biglietterie e delle agenzie autorizzate e nel raggio di tre km dalla perimetrazione esterna dello Stadio. I titolari ed i gestori delle attività commerciali e artigianali di che trattasi, anche ambulanti su area pubblica, sono responsabili della corretta applicazione di quanto elencato. L’inosservanza delle disposizioni è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria compresa tra 25 e 500 euro, alla violazione amministrativa consegue, il sequestro dei biglietti oggetto della transazione, nonché di quelli eventualmente ancora posseduti e del denaro costituente il provento dell’attività illecita.