Messina, nubifragio e allagamenti nella notte: famiglie isolate per ore, danni in città [FOTO]

/

Paura questa notte a Messina per la bomba d’acqua che ha colpito la città, panico fra i residenti della zona nord

Paura questa notte a Messina per la bomba d’acqua che si è riversata in città. In particolare la forti precipitazioni hanno colpito la zona nord, a ridosso dei torrenti. Diverse le famiglie di numerosi complessi residenziali, nelle ore serali e notturne di eri, sono rimaste totalmente bloccate non riuscendo ad accedere o ad uscire dalle e nelle proprie abitazioni: la Salita fosse nella zona Nord, pressi Panoramica dello Stretto, si è trasformata in un vero e proprio fiume in piena, dal quale venivano trascinati grossi massi e pietre che hanno rischiato di travolgere diverse macchine in transito in quel momento; così come problemi sulla Circonvallazione. Disagi anche sul viale Regina Elena, nei pressi supermercato Simply e Bar Rizzo. Problemi  sul viale Libertà, che per le forti piogge è rimasto letteralmente intasato,   con gravi danni alle attività commerciali che si ritrovano sempre a dover fronteggiare tali problemi a causa anche delle pendenze sbagliate che riguardano la linea tranviaria. A lanciare il grido d’allarme Franco Laimo, già Vice presidente vicario della V Circoscrizione uscente, candidato alla Presidenza della V Municipalità. “Lo scenario questa mattina si è presentato nefasto” afferma Laimo: cumuli di terra e fango che impediscono la regolare circolazione viaria e mettono a repentaglio l’incolumità pubblica e privata, i problemi sono sempre gli stessi alle prime piogge le griglie di scolo e di reflusso acque sono totalmente otturate da sterpaglie e terriccio. Nella notte fra il 16 ed il 17 Laimo racconta di essersi ritrovato invaso dalle acque nella zona di San Michele: “ho temuto per la vita della mia famiglia eravamo in auto e dal torrente San Michele si è riversato in strada un grosso flusso d’acqua che ha investito la mia auto, senza per fortuna avere gravi conseguenze”. Durante la notte il livello dell’acqua nel torrente ha raggiungo alti livelli, isolando le abitazioni sulla sponda destra del torrente. “Occorre – conclude Laimo- intervenire interessando le squadre di Protezione Civile e Vigili del Fuoco, considerando gli attuali dati del bollettino meteo che prevede pioggia fino alla giornata di mercoledì, al fine di evitare danni ancor più gravi a persone e o cose“. Stamattina la Protezione civile è intervenuta a San Michele.

Allerta Meteo: nubifragi a Messina, esondazioni e allagamenti