Incendio a Messina, l’ultimo saluto a Francesco e Raniero: martedì i funerali 

  • Carmelo Imbesi/LaPresse
    Carmelo Imbesi/LaPresse
  • Carmelo Imbesi/LaPresse
    Carmelo Imbesi/LaPresse
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi LaPresse/Carmelo Imbesi
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi LaPresse/Carmelo Imbesi
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi LaPresse/Carmelo Imbesi
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi
  • LaPresse/Carmelo Imbesi
    LaPresse/Carmelo Imbesi
/

Incendio a Messina, eseguito l’esame esterno sui due fratellini: martedì i funerali nella chiesa di Sant’Ignazio

C’è ancora sconcerto e dolore a Messina per Francesco e Raniero, i due fratellini morti nel devastante incendio esploso all’interno della loro casa. Decine le persone che in queste ore hanno voluto lasciare un fiore davanti al portone di via dei Mille. Ieri il medico legale del Policlinico di Messina ha eseguito l’esame esterno sulle salme dei due corpicini. Francesco e Raniero, 13 e 10 anni, sono morti per l’esalazioni dell’incendio. Le salme dei due fratellini saranno restituite alla famiglia per i funerali, che si svolgeranno martedì alle 10 nella chiesa di Sant’Ignazio. Intanto proseguono le indagini del Nucleo Investigativo antincendio dei vigili del fuoco e della Polizia: le fiamme- come ha raccontato il padre dei due piccoli subito dopo la tragedia – si sarebbero propagate da una presa elettrica malfunzionante.