Maxi Blitz dei Carabinieri al Campo Rom di Lamezia Terme, i parenti degli arrestati irrompono al Tribunale: donne scatenate contro lo “Stato italiano”

Irruzione nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme da parte di decine di persone residenti nel campo nomadi della città

Alcune decine di persone residenti nel campo nomadi di Lamezia Terme hanno fatto irruzione nel Palazzo di Giustizia della citta’, dove e’ in programma la conferenza stampa sul blitz dei Carabinieri che stamane hanno eseguito 39 misure restrittive a carico di altrettante persone residenti nell’accampamento, accusate di vari reati, in particolare ambientali. Si tratta, secondo quanto si apprende, dei parenti di alcune delle persone arrestate. I dimostranti, soprattutto donne, sono partiti dal campo Rom ed hanno fatto irruzione nell’androne dell’edificio giudiziario urlando epiteti contro lo “Stato italiano”, ma sono stati subito allontanati dalle forze dell’ordine.