Immigrati, nave Aquarius: portati rifornimenti a bordo e trasferite 500 persone sulla nave Dattilo in vista delle avverse condizioni meteo

LaPresse/Carmelo Imbesi

Ricevuti a bordo della nave Aquarius rifornimenti da parte di una nave italiana

“Le condizioni meteo nei prossimi giorni vanno a deteriorarsi per cui non potremo affrontare questo trasporto con tutte le persone a bordo. La soluzione che e’ stata individuata da Roma e’ di affidare 500 dei nostri soccorsi alla nave Dattilo della Guardia Costiera e a una nave della marina di cui non sappiamo ancora l’identificativo“.Cosi’ Alessandro Porro, a bordo della nave Aquarius, questa mattina durante la trasmissione Agora’, dopo avere confermato che “Valencia e’ stato indicato come porto sicuro“. “Siamo a ventisette miglia a Nord Est di Malta, abbiamo ricevuto questa mattina dei rifornimenti da parte di una nave italiana e abbiamo anche ricevuto la conferma scritta dal MRCC di Roma che il nostro rapporto safety sara’ a Valencia“, aggiunge Porro. “Dal nostro punto di vista questo non e’ l’uso migliore e razionale delle risorse SAR perche’ in un momento in cui tutte queste imbarcazioni che dovrebbero fare soccorso in un posto in cui la gente muore, sono in realta’ impegnate in un trasferimento lungo, che richiede giorni, questo inficia la capacita’ di soccorso e quindi ci dispiace pensare che questa situazione comportera’ degli altri morti“.