Reggio Calabria, sequestro beni a noto medico chirurgo: la nota degli avvocati difensori

Beni sequestrati a noto medico chirurgo a Reggio Calabria, la nota degli avvocati difensori

In riferimento al sequestro di 19 milioni di € a noto medico chirurgo a Reggio Calabria, gli avvocati difensori Avv. Francesco Albanese e Avv. Francesco Calabrese intendono precisare quanto segue:

Nella qualità di difensori di fiducia del Dott. Francesco Cellini, preso atto della nota pubblicata sul Suo quotidiano, rappresentiamo quanto segue. La nota pubblicata reca la indicazione in relazione al fatto che sarebbe stato eseguito un sequestro dei beni ritenuti nella disponibilità del Dott. Cellini nella misura di un controvalore di sei milioni di euro che si sarebbe assommato a quello precedentemente effettuato pari a 19 milioni di euro. A tal fine rappresentiamo che, innanzitutto, i valori indicati sono assolutamente sproporzionati rispetto al valore di beni oggetti di analisi.

In ogni caso, non sussiste – per ciò che sia a conoscenza del nostro assistito – alcun provvedimento di sequestro aggiuntivo rispetto a quello precedentemente effettuato. Piuttosto, lo stesso Tribunale di Prevenzione, a seguito della analisi degli atti di esecuzione del primo sequestro e delle relazioni preliminari dei curatori, ha ritenuto di dissequestrare alcuni beni specificando ulteriormente a quali dovesse riferirsi il sequestro originariamente disposto. Dunque, semmai, il secondo provvedimento deve ritenersi non aggiuntivo rispetto al precedente ma piuttosto specificativo e riduttivo rispetto allo stesso. Riteniamo doveroso che sia operata la presente rettifica visto che la indicazione precedente reca di dati del tutto difformi dalla realtà processuale”.