Ragusa: Sgominata dalla Polizia una banda di ladri e ricettatori [DETTAGLI]

La Polizia di Stato con l’operazione “Terra Bruciata” ha sgominato a Ragusa una banda di ladri e ricettatori romeni e italiani

“Terra Bruciata” questo il nome dell’operazione condotta dalla Polizia di Stato di Ragusa in Sicilia, che ha sgominato una banda di ladri di origine romena che da diversi anni depravavano abitazioni private e aziende agricole sul territorio siciliano, tra Modica e Vittoria. La banda di ladri stranieri si affiancava a ricettatori italiani che acquistavano e rivendevano la refurtiva. Gli agenti della squadra mobile di Ragusa e dei commissariati di Modica e Vittoria durante le indagini hanno recuperato una refurtiva del valore di oltre 100.000 euro che è stata restituita ai legittimi proprietari. Gli arrestati sono due fratelli romeni, Florin e Ioan Sandu, rispettivamente di 33 e 32 anni, e un italiano, Angelo Migliorisi di Vittoria, di 47 anni. Tutti e tre sono stati portati in carcere. Un terzo romeno, B.F. di 25, ha avuto il divieto di dimora. La banda di ladri faceva razzia di tutto, da giocattoli per bambini ad oggetti in oro, farmaci; tutto andava bene purché avesse un valore in modo tale da poterlo rivendere subito dopo. I romeni compivano i furti, l’italiano era il ricettatore. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Gip di Ragusa su richiesta della Procura delle Repubblica. Già dal 2017 erano stati registratisi numerosi furti in molti paesi della provincia, tra cui Modica, Vittoria, Ragusa, Pozzallo, Chiaramonte Gulfi, Comiso e Santa Croce Camerina che parevano essere della stessa matrice, già allora infatti fu identificato un gruppo di romeni e fermati due di loro probabili responsabili dei furti.