Messina, la versione cinese della Lettera della Madonna sarà esposta al Duomo

Al Duomo di Messina l’esposizione della versione in lingua cinese della Lettera della Madonna

Il prezioso reperto recentemente identificato nei depositi archivistici del Museo Regionale di Messina sarà per la prima volta esposto al pubblico nella Basilica Cattedrale, dal 25 maggio al 2 giugno prossimi, in occasione delle celebrazioni in onore della Vergine Patrona della città. L’eccezionale valenza storico religiosa della piccola tela  frammentaria, già sottoposta ad intervento conservativo, recante iscrizioni in caratteri cinesi, copia della famosa Lettera della Madonna ai messinesi, realizzata e inviata dalle Indie Orientali intorno al 1660 dal gesuita Metello Saccano a Padre Placido Giunta, Rettore in quegli anni del Noviziato di Messina, grazie ad una iniziativa intrapresa dal Direttore del Mume, Caterina Di Giacomo, autorizzata dal Dipartimento regionale dei Beni Culturali, in accordo con il Delegato Arcivescovile della Cattedrale, Mons. Giuseppe La Speme e il Presidente del Capitolo Mons. Angelo Oteri. La “Lettera” verrà collocata  in un espositore, progettato dall’architetto Gianfranco Anastasio con il supporto logistico del funzionario Agostino Giuliano, coautore delle ricerche storiche già pubblicate. Come è stato già divulgato ai media il reperto è stato infatti oggetto di approfondite indagini pubblicate da Giuliano, Esperto Catalogatore in servizio presso la struttura regionale, con la collaborazione di Maurizio Scarpari, docente sinologo dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. L’importante scoperta sarà presentata il 30 maggio alle ore 19,00, in Cattedrale nel corso di un’articolata cerimonia presente l’Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla.