Lavoro: assessore Lombardia, ‘rider’ hanno diritto a tutele e welfare

Milano, 18 mag. (AdnKronos) – “I lavoratori della cosiddetta ‘new economy’ hanno diritto a forme estese di tutele e di welfare che includano anche la salute e la sicurezza. E non possiamo attardarci sulle riflessioni giuslavoristiche riguardo la loro configurazione legale: e’ necessario inserire al più presto questi lavoratori in un quadro chiaro di politiche e di strumenti immediatamente esigibili”. Lo afferma l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Melania Rizzoli, in seguito all’incidente che ieri sera, a Milano, ha visto il ferimento grave di un ‘rider’ che stava effettuando una consegna per conto di un servizio di spedizione pasti.
“L’incidente di ieri al lavoratore di ‘Just Eat’ -rimarca l’assessore- è un’ulteriore dimostrazione di quanto sia indispensabile intervenire con una seria riflessione sulle nuove forme di lavoro organizzate e gestite attraverso piattaforme informatiche”. Affrontare questo tema “diventa ogni giorno più urgente”. Per questo “l’assessorato vi aveva già concentrato la sua attenzione, convocando le parti sindacali e datoriali per avviare un confronto”.
L’incontro avverrà martedì 22 maggio prossimo, nella sede della Commissione Regionale Politiche del Lavoro e Formazione, prevista dalla legge regionale di disciplina del mercato del lavoro e gestita dalla Giunta regionale e sarà il primo punto all’ordine del giorno della consueta governance partecipata sui più rilevanti temi del mercato del lavoro lombardo. “In Regione Lombardia e a Milano in particolare -ha concluso Rizzoli- sono sempre più diffusi i lavori della ‘Gig economy’ e non possiamo esimerci da un confronto per un’azione condivisa per coniugare armonicamente flessibilità e tutele”

Adnkronos