Bronzi di Riace, sommozzatore calabrese: “magnate americano sicuro di avere trovato qualcosa di importante nel luogo del ritrovamento” [VIDEO INTERVISTA]

Bronzi di Riace, altri importanti rivelazioni del sommozzatore calabrese su un magnate americano, il quale era sicuro di avere trovato qualcosa di importante nel luogo del ritrovamento

Ecco la seconda parte delle dichiarazioni del sommozzatore Franco Colosimo che fanno seguito a quelle apparse su StrettoWeb. Colosimo tornò a bordo della Hercules all’indomani dell’episodio che vide Mr Robb immergersi in prima persona nel tentativo di verificare una importante anomalia metallica rilevata nei pressi del luogo di ritrovamento dei Bronzi di Riace. Ebbe così modo di assistere ad una concitata discussione. Fu allora che il magnate americano, visibilmente contrariato per l’interruzione subita il giorno prima, lanciò un monito il quale recitava più o meno così: “mi giocherò una fortuna contro chiunque dovesse accaparrarsi il merito di un nuovo ritrovamento in questa area”. Tale minaccia per niente velata costituisce una riprova della forte sensazione che le acque di Riace stessero celando nuovamente qualcosa di importante. Colosimo fa presente che l’anomalia potrebbe addirittura essere stata rimossa dal report consegnato alla Soprintendenza. Le ricerche di quei giorni ne segnalarono in totale all’incirca 400 lungo quel tratto di litorale, di cui la più importante cadde proprio nella zona dei fatti risalenti al 1972.