Il Papardo di Messina “a misura di donna”: al via la settimana di visite gratuite [INFO UTILI]

Al Papardo di Messina l’iniziativa promossa da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna. Visite gratuite, consulti ed eventi informativi negli ospedali italiani a “misura di donna”

Anche l’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina, che fa parte del network di Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, Ospedale, aderisce alla Giornata nazionale della salute della donna che si celebra il 22 aprile. E’ infatti in fase organizzativa la terza edizione dell’(H) Open Week con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali malattie femminili. Nella settimana dal 16 al 22 aprile attraverso oltre 180 ospedali del Network Bollini Rosa, tra cui anche il Papardo, recentemente premiato con ben 3 Bollini Rosa, saranno offerti gratuitamente alle donne visite, consulti e saranno organizzati eventi informativi e molte altre attività nell’ambito di varie aree specialistiche, dietologia e nutrizione, endocrinologia, ginecologia e ostetricia, malattie e disturbi dell’apparato cardio-vascolare, malattie metaboliche dell’osso, medicina della riproduzione, neurologia, oncologia, reumatologia, senologia, pediatria  e sostegno alle donne vittime di violenza (queste ultime due discipline per la prima volta).

I servizi offerti sono consultabili sul sito www.bollinirosa.it con indicazioni su date, orari e modalità di prenotazione. L’iniziativa è stata coordinata dalla dott.ssa Francesca Paratore dirigente medico dell’Ospedale.

Anche in questa occasione il Papardo ha messo a disposizione un numero di telefono dedicato: 3442737918sarà infatti possibile chiamare da martedì 10 aprile a venerdì 13, dalle 9 alle 11 e 30. La prenotazione è obbligatoria. Non occorre l’impegnativa del medico curante.

“Sono particolarmente felice per questo evento molto importante per il nostro Ospedale  ha sottolineato il Commissario Paolo La Paglia. Abbiamo già avuto l’adesione convinta dei primari e dei loro staff. I medici e gli operatori sanitari del Papardo​, con generosità​, fuori dall’attività lavorativa, hanno dato grande disponibilità a visitare gratuitamente le donne che ne faranno richiesta. Sono convinto che la professionalità degli operatori del Papardo sarà un elemento caratterizzante che andrà a rafforzare il rapporto tra medico e paziente. L’iniziativa è stata sposata appieno da questa direzione convinti che ​l’ospedale a misura di donna sia una priorità e ​la prevenzione ​sia​ una delle armi ​vincenti ​per sconfiggere le malattie”.