Vinitaly: Bruno Vespa, vignaiolo per passione ma punto anche a mercati esteri

Verona, 16 apr. (AdnKronos) – “Il vino piace ed è fondamentale essere qui a Vinitaly”. E’ quanto afferma Bruno Vespa durante Vinitaly dove presenta la sua produzione di alta qualità con un Primitivo di Manduria Dop, e un Salento Igt. Vini che che produce nella sua cantina in Puglia e che nonostante il suo motto reciti “Vespa, vignaioli per passione” sta diventando una vera e propria attività. “Siamo presenti in 15 stati esteri e speriamo di arrivare a 20 quest’anno” sostiene.
“La mia azienda è in Puglia, a Manduria, dove produco il miglior Primitivo in una masseria del ‘500 che abbiamo appena finito di ristrutturare”. Il sodalizio enologico con Riccardo Cotarella, interprete sopraffino dei territori del Sud, ha convinto il popolare conduttore a investire nel Salento per produrre vini di grande qualità.
Ma anche qui a Vinitaly Vespa non ha mancato l’occasione di incontrare, per un saluto, i big della politica che sono passati al suo stand Paolo Gentiloni, Salvini, il presidente del Senato Elisabetta Casellati e Giorgia Meloni. Questa volta non per essere intervistati dal noto conduttore di ‘Porta a Porta’.

Adnkronos