Vinitaly: 82% italiani sogna una vigna, bottiglie dei vip in mostra alla Coldiretti

Verona, 17 apr. (AdnKronos) – L’82% degli italiani sogna di possedere una vigna e produrre il proprio vino, una tendenza che si riscontra nell’interesse di un numero crescente di vip, dagli attori ai cantanti, dai politici ai giornalisti, dagli sportivi agli stilisti fino ai grandi imprenditori che hanno investito nel settore per stare a contatto con la natura, esprimere creatività, confrontarsi con nuovi stimoli e garantirsi in generale una piu’ elevata qualità della vita. E’ quanto emerge da un sondaggio on line della Coldiretti (su www.coldiretti.it) che, in occasione di Vinitaly, ha organizzato una esposizione delle bottiglie Vip nello stand della Coldiretti.
Da Sting, un vero e proprio precursore, ad Albano, da Zucchero ad Andrea Bocelli. Sono molti i ‘vignaioli’ vip. Ma come non ricordare gli stilisti Salvatore Ferragamo e Tommaso Cavalli, l’ imprenditore Renzo Rosso, fondatore e azionista di Diesel, azienda di abbigliamento di rilevanza mondiale. Noti volti televisivi sono diventati produttori di vini già da anni, è il caso di Gerry Scotti, Bruno Vespa e sono ormai consolidate le aziende vini di Jerry Scotti e anche il guru dei fotografi Oliviero Toscani.
Uno dei precursori ‘ ricorda la Coldiretti ‘ è stato il cantante Sting che, alla fine dello scorso secolo, ha acquistato una tenuta di trecento ettari, con tanto di villa e collina boscosa, a Figline Valdarno in Toscana, dando così lustro all’azienda agricola ‘Il Palagio”, un tempo del marchese di San Clemente, che oggi produce, tra gli altri, un ottimo Chianti classico. Grandi rossi toscani, dalle colline a ovest di Siena, sono il tesoro vinicolo della Certosa di Belriguardo, risalente al 1300, 75 ettari di tenuta, di cui 8 vitati, rilevati dalla cantante Gianna Nannini, che ha ritrovato l’antica passione di famiglia, sulle colline dove è cresciuta da bambina. Sessantamila le bottiglie prodotte all’anno con Sangiovese, Merlot, Syrah e Cabernet Sauvignon.

Adnkronos