Vertenza Auchan, Ugl Catania: “Avviare il percorso di ricollocazione dei lavoratori”

Vertenza Auchan, Ugl Catania: “Avviare il percorso di ricollocazione dei lavoratori. Inaccettabile la chiusura del punto vendita di San Giuseppe La Rena, prevalga il buonsenso”

ugl-terziarioSiamo vicini ai 110 lavoratori del punto vendita Auchan di San Giuseppe La Rena di Catania ed alla loro giusta battaglia, per la rivendicazione del diritto a poter continuare a lavorare nei negozi della stessa catena. Stigmatizziamo l’atteggiamento dell’azienda, che ha deciso in modo del tutto autonomo e senza alcun preavviso di abbassare le saracinesche e lasciare per strada i dipendenti, quando inizialmente la chiusura era prevista per fine mese. Gli impiegati devono tornare al loro posto e, nel contempo, consapevoli delle difficoltà riscontrate in questi mesi in relazione al mantenimento del negozio a marchio “Città mercato”, trovare insieme alla società la migliore soluzione per avviare un percorso di ricollocazione. La situazione è complicata, ma ciò non può essere un alibi per buttare sul lastrico, dall’oggi al domani, oltre cento famiglie in una città, come Catania, che sta già pagando un prezzo troppo caro in termini di emorragia occupazionale. Auspichiamo prevalga il buon senso, dunque, con l’accompagnamento di questi lavoratori verso altri punti vendita della stessa catena o nella direzione di soluzioni indolore tali da poter assicurare le più adeguate politiche attive del lavoro e sociali.” Lo dichiarano Carmelo Catalano e Vito Tringale, rispettivamente segretario e vice segretario della federazione Ugl terziario di Catania, che annunciano come anche la segreteria nazionale di categoria, guidata da Luca Malcotti, sta seguendo con grande apprensione la vicenda al pari di quanto sta accadendo anche a Napoli dove la Ugl terziario con il segretario regionale Gaetano Panico si sta battendo per evitare il licenziamento degli impiegati dell’ipermercato Auchan di via Argine: “Al loro va  la nostra solidarietà, con la speranza che entrambe le vertenze in tempi rapidi possano giungere ad una conclusione positiva.”