Venezia: imprenditore denuncia usuraio che viene arrestato dai carabinieri

Padova, 12 apr. (AdnKronos) – Nella prima mattinata di oggi, a Mirano (Venezia), i Carabinieri della Stazione di Legnaro (Pd), a conclusione di un’articolata indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Venezia nella persona del Pubblico Ministero Stefano Buccini, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale veneziano David Calabria, nei confronti di un pregiudicato 46enne, imprenditore miranese, sottoposto alle indagini per il reato di usura aggravata continuata.
Le indagini dell’Arma hanno avuto inizio a seguito della denuncia presentata da un imprenditore dell’area del Piovese, il quale, trovandosi in gravi difficoltà finanziarie, era stato costretto, già dal mese di giugno 2016, a rivolgersi al 46enne, per ottenere prestiti di denaro.
Quest’ultimo, anch’egli titolare di una ditta individuale attiva nei settori di affilatura di utensili e di commercio di veicoli, aveva accettato di elargire le somme richieste, applicando però tassi d’interesse di chiara matrice usuraria, che si aggiravano addirittura tra il 300 e l’800% su base annua.

Adnkronos