Venezia: Carabinieri recuperano due dipinti del ‘600 del manierismo fiorentino

Venezia, 12 apr. (AdnKronos) – I Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Venezia (TPC) e dell’Arma Territoriale, coordinati dalla Procura della Repubblica di Venezia, a seguito di complesse e prolungate attività di indagine, hanno individuato e sequestrato, in Germania, due dipinti, olio su tela, raffiguranti ‘Adorazione dei pastori” e ‘Anania guarisce la cecità”, del valore di oltre 100.000 euro, rispettivamente attribuito a Lazzaro Baldi (Pistoia 1623-1703), allievo di Pietro da Cortona e a Niccolò Berrettoni (Macerata 1637 – Roma1682), allievo di Carlo Maratta, denunciando, altresì, una persona per ricettazione.
Il ritrovamento trae origine da un controllo, nel 2016, sul catalogo di una nota casa d’aste di Monaco di Baviera, dove erano posti in vendita i due beni. La successiva comparazione delle immagini, con quelle contenute all’interno della ‘Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, gestita dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, ha permesso di stabilire la corrispondenza dei dipinti, con quelli rubati in danno di una famiglia nobiliare veneziana. Il furto era stato commesso da un’organizzazione criminale, dedita al trafugamento di opere d’arte, già smascherata nel 2011, a seguito di indagini condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Mestre con l’ausilio del Nucleo TPC di Venezia.

Adnkronos