Veneto: il Telesoccorso compie 30 anni (2)

(AdnKronos) – (Adnkronos) – Gestito da EBM SpA, società di ALTHEA GROUP che opera per conto della Regione Veneto (il contratto è stato rinnovato ad ottobre 2016, a seguito di regolare gara d’appalto), il servizio è finanziato ogni anno con 5,5 milioni di euro del fondo regionale per la non autosufficienza. Negli anni il numero degli utenti è oscillato tra i 20 e 24 mila l’anno, con una media di 7.800 chiamate di soccorso l’anno. Il 83,4 per cento degli utenti sono anziani ultraottantenni. In alcune Ulss il servizio è integrato (per scelta della singola azienda sanitaria, che impegna risorse del proprio bilancio) anche con un servizio di telemedicina che ‘ tramite una apposita apparecchiatura consegnata a domicilio ‘ consente di monitorare alcuni dei parametri vitali della persona e di tenere sotto controllo il decorso della convalescenza o della patologia cronica.
Ricevere l’assistenza del telesoccorso e telecontrollo è semplice: è sufficiente rivolgersi al proprio distretto sanitario o al Centro di servizio territoriale del proprio comune e compilare l’apposito modulo di richiesta. Entro 45 giorni il servizio sarà attivato; nei casi più urgenti, attraverso il medico di base, è possibile ottenere l’attivazione entro 48-72 ore. Anche la rete territoriale delle farmacie è stata coinvolta dalla Regione per far conoscere e promuovere il servizio e dare informazioni su come attivarlo.
‘Nella rete dei servizi di assistenza a domicilio il telesoccorso-telecontrollo rappresenta il primo presidio-sentinella – ricorda l’assessore ‘ Per questo la Regione Veneto continuerà ad investire per qualificarlo al meglio e per assicurare a tutti la possibilità di avvalersene, senza discriminanti territoriali, di patologia o reddito”.

Adnkronos