Unesco: Padova Urbs picta candidata a lista patrimonio apre campagna (3)

() – Nel corso della serata sarà possibile iscriversi a uno o più tavoli, compilando l’apposita scheda d’adesione. Questi i quattro temi d’approfondimento: Ricerca e Conservazione, Formazione e Educazione, Comunicazione e Promozione, Fruizione e Valorizzazione. I tavoli saranno convocati nei prossimi mesi e, quanto emerso con il concorso dei partecipanti, entrerà a far parte del Piano di Gestione.
Seguirà alle ore 19.15 un altro momento decisivo per la candidatura: la firma del protocollo d’intesa tra il Comune di Padova, ente capofila, e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la Regione Veneto, l’Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti, la Delegazione Pontificia per la Basilica di Sant’Antonio in Padova, la Diocesi di Padova, la Veneranda Arca di Sant’Antonio e l’Università degli Studi di Padova.
Si tratta di un passaggio fondamentale nel percorso di candidatura, dove ciascuna realtà che partecipa s’impegna in un lavoro comune con azioni volte alla conservazione, alla comunicazione e alla governance del sito seriale Padova Urbs picta, buone pratiche che dovranno consolidarsi nel tempo. Il Comitato del Patrimonio Mondiale è ora orientato a premiare la valorizzazione di siti seriali e la candidatura padovana è perfettamente coerente con questa impostazione, ma richiede anche una gestione profondamente integrata e unitaria dei singoli beni, dalla conservazione, alla valorizzazione e alla comunicazione, fino alla creazione di appositi itinerari di collegamento.

Adnkronos